alpadesa
  
Flash news:   Tre Consorzi dei Servizi Sociali di tre province campane uniti nel progetto “Banda Larga antiviolenza2.0” a tutela delle donne. FOTO Playoff, non riesce il secondo colpaccio esterno alla Sidigas Sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno: libero 27enne atripaldese Abellinum, nuova campagna di scavo hi tech con laser e droni: mercoledì in Comune i dettagli del progetto “Diver-T9”, grande entusiasmo e partecipazione per la seconda edizione in ricordo di coach Matarazzo Bucaro: «Abbiamo meritato l’ennesima vittoria» Maffezzoli: “la vittoria in Gara 1 ci dà la carica per stasera” Poule Scudetto: l’Avellino batte il Bari nella dodicesima vittoria consecutiva. Foto “Premio Scianguetta”, il liceo scientifico di Atripalda vince il concorso nazionale del miglior giornalino scolastico. Foto “Olimpiadi del pensiero” in memoria di Annamaria Pennella, nel pomeriggio cerimonia al Liceo

Dieci anni dopo l’Half Marathon domani torna “l’Irpinia corre”, il sindaco: “occasione di promozione del nostro territorio e di aggregazione per i giovani”

Pubblicato in data: 24/4/2018 alle ore:06:50 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Dieci anni dopo l’Half Marathon domani nella cittadina del Sabato torna una gara podistica internazionale. La manifestazione “l’Irpinia Corre” è riservata ai tesserati Fidal ed Enti di promozione e ai possessori della Run Card. La gara, che si correrà su un tracciato cittadino di 10 chilometri e che sarà preceduta da due gare per bambini (per gli alunni delle elementari su 1 km e delle scuole medie su 1,5 km) mancava dal 2008. Ieri mattina la conferenza stampa, moderata dal giornalista Gianluca Roccasecca. «la storia serve per esser più forti. Un ritorno per questa corsa che era arrivata a 1200 iscritti e che era un faro per tutta la Campania e la nazione – esordisce il presidente del Coni provinciale, Giuseppe Saviano -. Poi i tempi bui con la fine dell’organizzazione. Ora il ritorno. Intorno a questa corsa c’era un’ aggregazione con lo sport. Il prossimo obiettivo deve essere la costruzione per l’amministrazione di un palazzetto da mille posti».
L’obiettivo degli organizzatori è di riportare in città il campionato italiano di corsa su strada con atleti fortissimi che hanno vinto poi nel mondo come Giacomo Leone che vinse la maratona di New York e Alberico Di Cecco che vinse la maratona di Roma e campioni stranieri olimpionici.
«Ci tenevamo a riportare in provincia di Avellino l’atletica di un certo valore atletico – assicura il presidente dell’associazione, Gianni Solimene, vero deus ex machina -. Noi ci stiamo provando. Lo sforzo è stato fatto. Oggi mettiamo un primo seme facendo tesoro dell’esperienza del passato. Un piccolo seme che spero possa esser raccolto dai giovani per avvicinarli all’atletica leggera».
Oltre alla gara, previste visite guidate a cura della pro Loco alle bellezze storiche, artistiche e culturali e percorsi enogastronomici. Un progetto di promozione sociale ribadito dal sindaco Geppino Spagnuolo: «voglio  ringraziare chi ha lavorato, organizzato e ideato questa manifestazione e anche i volontari e alle associazioni. Un ringraziamento maggiore va al delegato Costantino Pesca che ha puntato a riproporre la corsa di atleta, una determinazione nel riprendere i fili di dieci anni fa e poi la mano data da Gianni che ha assunto personalmente la responsabilità dell’iniziativa, E quando c’è lui l’evento diventa di qualità. Sicuramente il 25 aprile vivremo una città di festa. L’aspetto che ci interessa è una nuova occasione di promozione del nostro territorio, delle bellezze e insieme alla Pro Loco sono previsti percorsi  turistici per godere delle eccellenze enogastronomiche. Fondamentale anche un rilancio dal punto aggregativo della nostra città e dei giovani. Questo è accaduto negli anni 2000 dove generazioni di giovani hanno lavorato per un obiettivo comune, hanno gioito e sono cresciuti insieme. E poi anche l’aver avvicinato a questa pratica sportiva tante persone».
Infine il delegato allo Sport, Costantino Pesca: «Ritorna dopo 10 anni una manifestazione  che ha portato Atripalda ad essere conosciuta in tutta Italia. C’è un grande fermento nell’organizzazione, questo vuol dire che ad Atripalda c’è ancora entusiasmo».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *