alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, in Campania da mercoledì 25 novembre si torna in classe per l’Infanzia e prime classi della Primaria 40° anniversario del terremoto in Irpinia: i Carabinieri commemorano le vittime del sisma e i caduti dell’Arma. VIDEO Coronavirus, 4 nuovi contagiati ad Atripalda e 79 positivi in Irpinia Coronavirus, il cordoglio della Misericordia di Atripalda per la scomparsa di Michele Gismondi Coronavirus, primo decesso ad Atripalda: muore per il virus volontario della Misericordia e della Protezione civile. Il cordoglio del sindaco Alvanite a quarant’anni dal sisma, lettera aperta di Antonio Vitiello: «Attendiamo ancora una “scossa” positiva per il quartiere» Terremoto in Irpinia, il ricordo dei Vigili del Fuoco a quarant’anni dalla tragedia. FOTO “94 secondi di terrore – Atripalda 23/11/1980”: il video di quei momenti a quarant’anni dalla tragedia che scosse l’Irpinia. VIDEO Il Papa ricorda il sisma dell’80 in Irpinia: “Ferita ancora non rimarginata” Coronavirus, aggiornamento Asl: 93 i positivi in Irpinia, 3 ad Atripalda

Nel mirino dell’Arma i Mak π 100 degli studenti: irregolarità anche in città

Pubblicato in data: 28/4/2018 alle ore:19:45 • Categoria: Cronaca

Controlli a tappeto nei locali scelti dai giovani studenti per le feste di fine anno scolastico.  Sono già decine i locali ispezionati in Irpinia dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino in vista del tradizionale Mak π.

In particolare, in due strutture sono emerse delle irregolarità legate alla capienza del locale rispetto al numero dei partecipanti per gli eventi in programma. Troppi biglietti venduti e i titolari hanno così deciso di cancellare le manifestazioni per non rischiare di incorrere in pesanti sanzioni.

L’attività di prevenzione messa in campo per far rispettare le normative vigenti continuerà anche nei prossimi giorni e, ovviamente, anche durante gli eventi stessi, per preservare l’incolumità dei giovanissimi partecipanti: attenzione puntata anche alla somministrazione di alcolici che deve seguire un rigido protocollo.

I carabinieri raccomandano il massimo rispetto delle regole sulla somministrazione di bevande ai minori, sui parametri di capienza e norme di sicurezza.  Tali ispezioni vedono e vedranno impegnati sia militari in uniforme che in borghese tanto all’interno che in prossimità dei locali, per prevenire il fenomeno del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti, ancora purtroppo così diffuso fra giovanissimi, così come quello di alcolici la cui vendita è proibita ai minori.

E poi, numerosi posti di blocco e controlli capillari delle strade maggiormente trafficate per prevenire spiacevoli e a volte, purtroppo, mortali incidenti causati dalla guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *