alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, altri cinque contagi ad Atripalda e 137 nuovi casi in Irpinia Coronavirus, da lunedì in Campania chiudono anche le scuole dell’Infanzia L’AssoApi di Roma si aggiudica la gestione per un anno del Farmer Market di Atripalda. L’assessore Musto: “Il Comune incasserà oltre dieci mila euro” Minaccia una coppia di vicini a contrada Alvanite: 55enne di Atripalda assolto dal Giudice Ognissanti e Commemorazione dei defunti: misure anti-contagio al Cimitero di Atripalda Coronavirus, comunicato del Sindaco di Atripalda sui 31 contagiati in città: “la buona parte non presenta sintomi” Coronavirus, il contagio non si ferma: altri 4 casi ad Atripalda. In provincia sono 187 i positivi Farmer Market di Atripalda, ok alla gestione annuale Tamponi drive-in, l’Asl attiva 5 postazioni fisse in Irpinia Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 247 contagi in Irpinia

Partiti i lavori lungo la Variante per lo spostamento dell’autovelox. FOTO

Pubblicato in data: 29/5/2018 alle ore:07:30 • Categoria: Attualità

Con il restringimento della carreggiata e la chiusura dell’uscita di Atripalda che dà su via Manfredi sono partiti ieri mattina lungo la Variante 7bis i lavori per lo spostamento dell’autovelox.
Dopo il parere favorevole incassato da Prefettura, Polstrada e Anas la ditta ”Eli Costruzioni S.r.l.”, ha aperto il cantiere con il quale, per complessivi €. 26.432,09, procederà ai lavori per consentire lo spostamento della  postazione fissa per la rilevazioni delle violazioni al codice della strada.

Lavori di fornitura e posa in opera di segnaletica stradale secondo quanto stabilito proprio dall’Anas, per consentire l’entrata in funzione della colonnina.
L’impianto autorizzato dall’Anas è quello già montato lo scorso anno all’altezza dell’ex mobilificio Moschella, dalla precedente Amministrazione targata Paolo Spagnuolo in direzione Avellino Est, ma che sarà spostato di 150 metri più avanti, poco prima dell’uscita per Atripalda. Condizione questa necessaria all’okay definitivo da parte di Prefettura, Polstrada e Anas.
«Abbiamo concluso tutte le operazioni preliminari di autorizzazione dei lavori da parte dell’Anas – spiega il sindaco Geppino Spagnuolo – e di affidamento delle operazioni da fare e questa mattina (ieri ndr.), concordemente con l’ordinanza di restringimento della carreggiata, sono partiti secondo programma. I lavori dureranno pochi giorni e penso che già all’inizio della prossima settimana sarà definita questa parte edile. Poi si dovrà solo materialmente montare l’apparecchiatura e cominciare. Quando sarà completata tutta questa fase, prima della sua entrata in funzione daremo ampia comunicazione. Anche perché dovrà essere prima installata la segnaletica verticale di avvertimento della presenza dell’autovelox. Quindi i cittadini saranno ampiamente informati di quanto andrà in funzione l’impianto».
La nuova ubicazione richiederà un’adeguata segnaletica e il rifacimento del guard-rail. Ieri mattina all’apertura del cantiere sul posto presenti i tecnici dell’Utc, il delegato ai Lavori pubblici Salvatore Antonacci e l’assessore al Traffico Mirko Musto.
«Tra le diverse cose che ci ha chiesto l’Anas – prosegue il primo cittadino – c’è anche la sostituzione del guard-rail nel tratto in cui verrà posizionata l’apparecchiatura per cui si è proceduti al restringimento della carreggiata da due ad una sola corsia di marcia in direzione Avellino Est e alla chiusura dell’uscita per Atripalda che dà su via Manfredi».
Un solo autovelox rispetto agli iniziali due previsti su ambo le direzioni. Dalla sua entrata in funzione l’attuale amministrazione punta ad incassare 3 milioni di euro per il primo anno, derivanti dalle multe elevate ai guidatori che non rispetteranno il limite di velocità. Soldi inseriti già nel Previsionale 2018 approvato in Consiglio comunale.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *