alpadesa
  
Flash news:   AtripaldaNews augura buona Pasqua a tutti i lettori Cani randagi avvelenati, il sindaco emana un avviso per la presenza di esche e bocconi avvelenati. Appello dell’Aipa per il canile municipale Ricatto hard ad un parroco di Atripalda:“Paga o diffondo il video”. Tre a processo L’Avellino batte la Lupa Roma per 2 a 1 e riapre il campionato Via Crucis, grande attesa per la XXIII edizione di domani sera Incedente stradale sul Raccordo ad Atripalda: coinvolte 3 auto, ferito un ragazzo Mercato del giovedì, il sindaco illustra agli operatori commerciali il Piano di accorpamento a parco delle Acacie: ok alla fattibilità con lavori da 100mila euro. Foto “Noi Atripalda” interroga il sindaco sulla proroga del progetto Aurora e sul mancato pagamento dei relativi beneficiari Accorpamento del mercato del giovedì a parco delle Acacie, ambulanti convocati per questo pomeriggio a Palazzo di città. L’assessore Musto: “a disposizione 100mila euro per attrezzare l’area” Un connubio tra cultura e piacere di un caffè per scoprire lo scrittore che è in te

Bucano le ruote delle auto e poi attendono che il conducente scenda per derubarlo, indagine dei Carabinieri in corso

Pubblicato in data: 24/6/2018 alle ore:08:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Bucano le ruote delle auto nelle aree di sosta di grandi centri commerciali e poi attendono che il conducente scenda dall’auto per derubarlo di borse o borselli. E’ caccia delle forze dell’ordine agli autori  di diversi colpi messi a segno nei giorni scorsi nei parcheggi di supermercati e grandi negozi di Avellino e dell’interland del capoluogo.
A lanciare l’allarme è stato il presidente della Pro loco atripaldese Lello Labate che sulla pagina di Facebook di “sei di Atripalda se” ha scritto: «Volevo segnalare di stare attenti che ci sono dei balordi  in giro per la nostra città che stanno continuando a bucare le gomme per poi seguire le persone e derubarle come già accaduto ad un amico. Siamo già a 15 denunce , dopo l’area del Famila e del Sisa adesso l’episodio è successo in piazza ad ora di pranzo vicino alla banca. Appena notate qualcosa chiamate i Carabinieri. Passate parola!». Una passa parola che si è subito diffuso grazie anche ai social network.
La banda dovrebbe essere formata da due ragazzi alti e robusti, come descrive su Facebook una delle vittime, che a bordo  di una grande punto celeste-grigio metallizzato, stanno mettendo a segno i colpi.
Pochi episodi e non quindici come quelli denunciati ma sui quali indagano, con il massimo riserbo, da giorni i Carabinieri della locale stazione, guidati dal Comandante Costantino Cucciniello, e quelli del Comando provinciale di Avellino che hanno effettuato già diversi sopralluoghi ed intensificati i controlli sul territorio con maggiori pattuglie.
La dinamica dell’azione fraudolente dovrebbe essere la seguente: la banda buca una o più ruote dell’auto presa di mira con un coltellino. Le auto prescelte sono sempre quelle dove a bordo c’è solo il conducente.  Poi attendono che il guidatore scenda dalla macchina per vedere cosa sia accaduto. In quei pochi attimi, con scaltrezza e velocità, aprano le portiere rubando dalla macchina borse della spesa o borselli senza che l’ignaro conducente possa fare qualcosa o inseguire i ladri.
Sempre legate alle auto pochi mesi fa tra Avellino e l’hinterland sono state rubate di notte diverse gomme con le automobili lasciate sui mattoni. Auto parcheggiate in piazze o sotto casa la sera e ritrovate l’indomani senza più ruote e cerchi in lega.
Un’immagine desolante quella che è apparsa ai malcapitati automobilisti che richiama alle mente le bande di ladri specializzate in furti di pneumatici. Per loro tanta amarezza, lacrime e una spesa imprevista da dover ora subito affrontare.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *