alpadesa
  
domenica 31 maggio 2020
Flash news:   Coronavirus, su 190 tamponi effettuati in Irpinia un solo caso positivo: è di Prata P.U. Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111 «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive Fontana, strade, tomba funeraria romana nel degrado ad Atripalda: scatta la denuncia sui social. Foto Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593

Il Circolo Amatori della Bici alla Charlie Gaull

Pubblicato in data: 11/7/2018 alle ore:10:00 • Categoria: Ciclismo, Pattinaggio a rotelle, Sport

Domenica scorsa, con partenza dalla splendida piazza Duomo di Trento ed arrivo sul Monte Bondone, si si è svolta la leggendaria Granfondo Charly Gaul. 141 km ed oltre 4000 mt di dislivello sono solo alcune cifre della terribile gara in linea che ha visto partecipare i più forti granfondisti d’Europa. Ad imporsi è stato Fabio Cini su Cecchini e Zen. A far brillare i colori del Circolo Amatori della Bici di Atripalda ci ha pensato Giuseppe Reppucci che ha chiuso la gara in 5h 41m entrando nei primi 300 della classifica finale. Il ciclista sanpotitese ha così raccolto i frutti dei duri allenamenti di endurance svolti nelle settimane precedenti alla gara, confermandosi vero specialista delle gare su distanza.

Contemporaneamente sull’altopiano del Lago Laceno si svolgeva il Memorial Auricchio, gara a circuito con arrivo in salita. A dominare è stata la formazione Euronix che ha vinto la competizione con Comune su Giglio. Tra i giallo fluo s’è distinto Gerardo Cavuoto, autore di un tentativo di fuga a due giri dal termine.

Il prossimo fine settimana il gruppo randagi del Circolo, notoriamente dedito alle Randonnè, sarà presente alla Costa d’Amalfi Night Ride. La manifestazione vedrà i ciclisti partire dalla spiaggia Santa Teresa di Salerno, toccare tutti i paesi della costiera amalfitana fin su ad Agerola e ritornare al capoluogo salernitano. La caratteristica della ciclopedalata sarà costituita dal fatto che l’intero percorso verrà effettuato in notturna, godendo del panorama incantato della costa d’Amalfi su mezzi e in orari inconsueti. Come sempre il sodalizio del presidente Amatucci riesce a coniugare lo sport sulle due ruote a pedali in tutte le sue possibili forme.

Comunicato stampa

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, saltano il Memorial “Rita Mazza” e il “Torneo Calcistico Stracittadino”

“Quest’anno è la seconda manifestazione che sono costretto a non poter far disputare – così esordisce il deux-machina Generoso Tirone, Read more

Ciclismo, Antonino Siconolfi atripaldese doc dell’A.S. “Civitas-ProfumeriaLucia”  

L’A.S.Civitas-Profumeria Lucia presenta Antonino Siconolfi, atripaldese doc, classe ‘87 per 176 cm di altezza e  86 chilogrammi, passista. Ha iniziato Read more

Ciclismo, la determinazione di Bruno Riccio dell’A.S. “Civitas-Profumeria Lucia“

Per diventare un ciclista bisogna avere passione, tenacia, una grande forza di volontàe e soprattutto avere le giuste motivazioni. La Read more

Ciclismo, l’A.S.“Civitas-Profumeria Lucia” presenta Antonio Verrilli

Continua il “viaggio” virtuale per conoscere più da vicino il profilo tecnico degli atleti della compagine atripaldese “A.S.Civitas-Profumeria Lucia”. E’ Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *