alpadesa
  
domenica 17 febbraio 2019
Flash news:   I lupi cadono a Sassari Valle del Sabato, presentato dalle associazioni il dossier sull’inquinamento: “dati preoccupanti” Festa nel pub di Solofra con Fabrizio Corona: blitz di Carabinieri e Finanza Il Pd riparte ad Atripalda, l’assessore Palladino: «Stasera abbiamo dimostrato che non siamo pochi quelli che hanno a cuore la rinascita». FOTO Atto vandalico allla targa degli Scout, Antonio Evangelista: «Ci auguriamo che sia l’azione di uno sciocco, ma quella frase scritta fa male» Atto vandalico alla targa del Gruppo Scout Agesci Atripalda 1: ricoperta da scritte offensive Lutto Picone, addio al papà del vice comandante dei vigili Sabino Cinema Ideal, sul futuro restano le distanze tra eredi e Comune. Il sindaco: «proviamo insieme se c’è la volontà di collaborazione a dar vita ad un polo culturale. Io non accantonerei la legge Franceschini» Brutto incidente sulla Variante: centauro in gravi condizioni Vucinic: “amareggiati e dispiaciuti ma fare tesoro degli aspetti positivi”

Atripalda Volleyball, arriva il primo colpo: in regia c’è Fiorenzo Colarusso

Pubblicato in data: 2/8/2018 alle ore:09:34 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

E’ arrivato il primo colpo di mercato per Clemente Pesa e l’Atripalda Volleyball. La regia quest’anno è stata affidata all’esperienza e all’estrosità di Fiorenzo Colarusso. Nato a Napoli e cresciuto a Telese Terme (BN), il nuovo palleggiatore bianco-verde è alto 188 cm ed arriva da esperienze di serie A2 e B. Un gran colpo per Atripalda, che si assicura un regista di livello cresciuto nel settore giovanile della Sisley Treviso, società con cui ha vinto diversi titoli nei campionati under 14, 16 e 18 oltre a vari premi individuali.

Atleta molto abile, dotato di notevole tecnica coltivata anche con le esperienze nel beach volley. Un titolo di campione d’Italia sulla sabbia nel Trofeo delle Regioni con la selezione del veneto e partecipazione agli europei in Lituania.

Nel 2013 dopo una buona stagione da protagonista in B1 a Cosenza, vede aprirsi le porte della serie A2 con Brolo. Nel 2015 ancora in A2 con Corigliano, l’atleta campano conquista l’accesso alla Final Four di Coppa Italia. L’anno successivo torna in serie B1 ad Aversa, squadra con cui vincerà il campionato a fine stagione. Lo scorso anno è stata per Colarusso una stagione sfortunata a Pineto. Ma Fiorenzo è già carico per l’inizio di questa nuova stagione in cui ritroverà suo padre Angelo da allenatore: Quest’anno per me è una sorta di anno zero, sono molto carico e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura  ad Atripalda. Ho avuto proposte pure da fuori regione ma la mia è stata una scelta di cuore perchè era una squadra che fin da piccolo seguivo ed era allenata da mio padre che quest’anno dopo circa dieci anni ritroverò alla guida tecnica”. Fiorenzo ha avuto modo di conoscere già dallo scorso anno l’ambiente sabatino dopo l’esperienza a Pineto: Lo scorso anno da gennaio ho avuto la possibilità di tastare in prima persona sia la squadra che l’ambiente societario e devo dire che mi è piaciuto molto”. Per quanto riguarda gli obbiettivi stagionali e sulle difficoltà del girone l’atleta è chiaro: I miei obbiettivi in primis sono quelli di fare bene a livello di squadra e poi ci tengo tanto a rilanciare questa società che credo possa dare tanto alla pallavolo. Credo che sia un girone tutto sommato abbastanza equilibrato, fatta eccezione per tre o quattro squadre che sono una spanna sopra le altre. Siamo in nove campane e quattro pugliesi e diciamo che ce la giocheremo in casa quest’anno”. 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *