alpadesa
  
Flash news:   Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto

Usura aggravata e tentata estorsione, arresti domiciliari per un 35enne di Atripalda

Pubblicato in data: 6/9/2018 alle ore:10:04 • Categoria: Cronaca

Nella mattinata odierna, a Gesualdo, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mirabella Eclano, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Benevento, su richiesta della Procura della Repubblica di Benevento nei confronti di un trentacinquenne di Atripalda, G.G. le sue iniziali, residente a Gesualdo e responsabile dei reati di usura aggravata e tentata estorsione aggravata nei confronti di un uomo originario di Mirabella Eclano. L’indagine coordinata dall’Autorità Giudiziaria sannita e sviluppatasi tra novembre 2017 e luglio 2018, ha visto la propria genesi nella denuncia della vittima, esasperata dalle continue richieste di restituzione di denaro ricevute.

L’attività info-investigativa, svolta anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche, ha permesso inoltre di accertare come l’indagato, approfittando dello stato di bisogno della vittima, avesse ingenerato in quest’ultima una sudditanza psicologica causata dalle continue “visite” e minacce ricevute sia presso la sua abitazione che nei luoghi frequentati dalla vittima oltre che dalle numerose telefonate. Nel corso dell’attività di indagine è stata acclarata in particolare l’applicazione di tassi di interesse annui usurari che andavano dal 99% al 225% a titolo di capitale ed interessi. L’odierna operazione si va ad aggiungere ai numerosi risultati, anche recenti, conseguiti nel contrasto all’illegalità diffusa a dimostrazione della penetrante attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento e svolta con costanza e dedizione dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sul territorio irpino.
Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Fiamme in un appartamento di via Appia ad Atripalda: intervengono i Vigili del Fuoco. Nessun ferito. Foto

Intorno alle ore 15:00 di oggi 20 Maggio, i Vigili del Fuoco di Avellino sono intervenuti ad Atripalda in via Read more

Automezzi incendiati nella notte nei pressi del casello autostradale di Avellino Est: torna l’ombra del racket

Torna l’ombra del racket nell’hinterland avellinese è a pochi passi da Atripalda. Vigili del Fuoco di Avellino, alle ore 00'15 Read more

Questura, cambio di guardia alla Squadra mobile: arriva Gianluca Aurilia

E' stato presentato questa mattina presso la Questura di Avellino il nuovo capo della Squadra mobile Gianluca Aurilia che andrà Read more

Addio a Ezio Bosso, l’omaggio al Maestro nei versi di Gabriele De Masi

Tra tanti accordi e note, la dissonanza della viva parola rende il volto sacro della coraggiosa esistenza, vissuta nella dignitosa Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Usura aggravata e tentata estorsione, arresti domiciliari per un 35enne di Atripalda”

  1. quello che non dimentica ha detto:

    CHE SENSO TIENE SCRIVERE UN ARTICOLO DEL GENERE ? SENZA SCRIVERE IL NOME DI CHI HA COMMESSO IL REATO ? IN ITALIA IL PRIMO MOTIVO DEL CAOS CHE CI STA ‘ PROVIENE PROPRIO DAL MODO IN CUI SI FA’ INFORMAZIONE !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *