alpadesa
  
Flash news:   Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO Vucinic: “ci attende un calendario fitto di impegni” Il presidente Biancardi ad Atripalda:«Sanità lontana dalla gente. C’è bisogno di confronto e dialogo con tutte le parti sul territorio». FOTO Serie B, non basta il cuore all’Atripalda Volleyball: Ottaviano passa 3 a 1 Seconda vittoria consecutiva per la Sidigas: battuta Reggio Emilia. Foto Oggi il giorno del dolore e dell’addio a Vittorio Salvati Il Centro Informagiovani comunale alla ricerca di un nuovo gestore: ecco l’avviso pubblico Dramma a Torino, i risultati dell’autopsia a chiarire le cause della morte di Vittorio Salvati. Domani sera la salma torna ad Avellino, i funerali a San Ciro domenica alle ore 16. Cordoglio e commozione

Il saluto alla Città del tenente Costantino Cucciniello: “lascio il comando della Stazione di Atripalda con il magone in gola e tanta nostalgia. 10 anni sono lunghi e non tutto è stato semplice”

Pubblicato in data: 15/9/2018 alle ore:15:37 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Signor Comandante provinciale, Sindaci, Autorità e a tutti gli intervenuti

buongiorno e grazie per essere qui…consentitemi di rivolgere, innanzitutto, un particolare pensiero di gratitudine al Signor Colonnello Massimo CAGNAZZO per la sua presenza, segno dell’attestazione di stima per il lavoro da me svolto al comando della Stazione Carabinieri di Atripalda.

Dopo circa 10 anni è arrivato il momento dei saluti e non vi nascondo che sono molto emozionato e non esagero nel dirvi che lascio il comando della Stazione di Atripalda con il magone in gola e tanta, ma proprio tanta, nostalgia.

Devo rivolgere i miei saluti ed miei ringraziamenti ai sindaci e a tutti i componenti delle relative amministrazioni comunali perché, con questa iniziativa, mi hanno dato la possibilità di salutare l’intera popolazione dei 3 comuni che ricadono sotto la giurisdizione del comando di Atripalda. Saluto altresì le autorità ecclesiastiche, i dirigenti scolastici, il dirigente sanitario, le associazioni ecc.

Un ringraziamento particolare, non me ne vogliano gli altri, devo rivolgerlo al sindaco di Atripalda e a chi con lui ha voluto che l’incontro avvenisse in questo luogo. Non perché aspiro a sostituirla, può stare tranquillo signor sindaco, anche perché non mi voterebbe nessuno, ma perché in questa sala consiliare è esposta, alle vostre spalle, l’effigie del Capitano dei Carabinieri Raffaele AVERSA, illustre atripaldese, il cui ricordo accosto necessariamente all’altrettanto illustre Capitano Ernesto LOSCO, a cui è intitolata la nostra caserma, permettetemelo…la sentirò sempre un po’ mia. Le azioni e le gesta di questi due uomini hanno fatto si che la città di Atripalda fosse presente anche nei libri di storia dell’Arma e il loro ricordo rafforza, ancor di più, il legame tra i cittadini e noi Carabinieri.

Non posso e non devo dimenticarmi dei comandi di Polizia Municipale, con i quali c’è sempre stato un ottimo rapporto di collaborazione fattiva, come sempre dovrebbe essere. A voi tutti rivolgo i miei saluti più affettuosi per quanto fatto insieme, sempre e solo nell’interesse delle nostre comunità.

Che dire… 10 anni sono lunghi…e non tutto è stato semplice. L’altro giorno, quando ho festeggiato con i colleghi la mia promozione ad Ufficiale, mi è stato consegnato un biglietto di auguri, che ho enormemente apprezzato. Aprendolo… si materializzava un veliero e, dopo tanti immeritati complimenti – immeritati perché c’era scritto tra l’altro che sono simpatico, quindi capirete, che erano solo complimenti di circostanza – era riportata una frase di Seneca: “Un timoniere di valore continua a navigare anche con la vela a brandelli”…ecco…questa metafora ritengo che sia particolarmente significativa per quanto ho poc’anzi detto. In questi anni non è stato tutto semplice, ma ho fatto tutto ciò che era nelle mie possibilità per mantenere il timone della splendida nave che mi era stata affidata sulla rotta che mi ero imposto e che ritenevo essere quella giusta. Oggi riconduco la vostra nave in porto, integra e con le vele intatte, pronta per un nuovo viaggio verso la legalità che, ne sono sicuro, continuerà senza sosta…ma soprattutto la lascio salda e compatta, ampiamente rappresentativa di una maggiore sicurezza per i vostri territori. Non voglio star qui a snocciolare dati, non è né il luogo né il momento… ma soprattutto non è mio compito. È doveroso dire che un reparto non è fatto solo da un uomo. Non è fatto solo da un carabiniere. E nessuno potrà mai negare che, grazie all’incessante lavoro svolto in questi anni dai tutti i militari del Comando Stazione Carabinieri di Atripalda, alla loro presenza costante sul territorio e all’impegno profuso, soprattutto in occasione di tutti quegli odiosi reati, c.d. “predatori”, subiti dai cittadini, è stata assicurata, o meglio ancora, è stata generata in voi una maggiore percezione di sicurezza. Perché credo, che grazie a tutto ciò, sia stato possibile trasmettere a tutti voi quella consapevolezza che, qualora foste rimasti vittima di un reato, evitarli tutti capite che è utopia, sicuramente avreste potuto fare affidamento sui Carabinieri e che questi sarebbero immediatamente accorsi in vostro aiuto.

Non voglio dilungarmi molto, d’altronde la vostra presenza qui oggi, così numerosa, è la migliore espressione di affetto e di condivisione che mi potessi aspettare. Resterò sempre legato alle vostre comunità, fatte di persone serie e laboriose, persone speciali che hanno meritato e meritano in toto i sacrifici di chi è incaricato di un ruolo pubblico, con il preciso compito di assicurargli una migliore qualità della vita ed una maggiore sicurezza.

In ultimo, ma non per ultimi, saluto tutti i componenti della Stazione Carabinieri di Atripalda. Ritengo doveroso un ringraziamento pubblico a tutti loro che, senza remora alcuna, encomiabile abnegazione ed elevato senso del dovere, mi hanno supportato e sostenuto in tutti questi anni. Ciò che di buono siamo riusciti ad ottenere lo devo a loro. Nulla sarebbe stato possibile se non avessi avuto un gruppo di collaboratori forte, coeso e ricco di eccelse qualità morali e professionali. Sono certo che la strada continuerà ad essere sempre la stessa, non verranno meno a quanto sin’ora fatto, e chiedo allo stesso tempo a voi tutti di continuare a collaborare con loro… perché è questo il segreto per mantenere elevato il senso di sicurezza e legalità che contraddistingue questa comunità.

Parlerei per ore, forse per giorni, col solo scopo di non congedarmi da voi, ma questo non mi è possibile. Voi dovete tornare alle vostre attività ed io ai miei studi. Quindi chiudo con un’ultima e breve riflessione: sono consapevole di non avere un carattere facile; anche se a volte, o spesso, posso esser sembrato eccessivamente rigido e severo, voglio che sappiate che il mio operato ha avuto sempre e solo l’obiettivo di tutelare l’interesse pubblico e che le mie azioni sono state volte esclusivamente al bene della collettività.

Concludo…e questa volta concludo davvero… rivolgendo a voi tutti, dal più profondo del cuore, i miei più sinceri ed affettuosi ringraziamenti.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *