alpadesa
  
Flash news:   Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto

Stamattina suona la prima campanella del nuovo anno scolastico per gli alunni dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi”

Pubblicato in data: 17/9/2018 alle ore:05:30 • Categoria: Attualità

Stamattina finalmente suona la prima campanella del nuovo anno scolastico per gli alunni del più grande Istituto Comprensivo dell’Irpinia, il “De Amicis-Masi” di Atripalda, con circa 1200 studenti.
Uno slittamento di tre giorni rispetto alla data ufficiale fissata dalla Regione legata alla decisione dell’Amministrazione di chiudere, a pochi giorni dall’avvio del nuovo anno per ragioni di sicurezza antisismica e carenza di certificazione antincendio, l’edificio di via Manfredi che fino allo scorso anno aveva ospitato la Primaria Mazzetti.
Da qui la necessità di dover effettuare in pochi giorni le operazioni di trasloco delle aule della “Mazzetti” e risistemare i suoi 205 alunni tra i due  plessi di via Roma e via Pianodardine.
«Stamattina ci sarà la riapertura regolare delle scuole – spiega il sindaco Geppino Spagnuolo -. Abbiamo completato tutti i lavori di trasloco e anche quelle di verifica di tutte le attività propedeutiche all’apertura come la verifica della salubrità degli ambienti, della pulizia dei locali e del comfort complessivo degli ambienti per dare così la maggiore garanzia ai genitori di partire con ambienti perfettamente confortevoli. Avendo avuto poi dei giorni in più, abbiamo approfittato per effettuare dei lavori straordinari di sistemazione degli spiazzali esterni che oggi sono migliori rispetto agli anni scorsi. Auguro ai bambini e agli alunni dell’istituto comprensivo di Atripalda un sereno anno scolastico, anche ai docenti e alla dirigente scolastica che ringraziamo per lo sforzo fatto in questi giorni per coordinare quest’attività di spostamento. Al di là di tutto la cosa più importante solo le attività didattiche e auguro un proficuo anno sotto questo aspetto. Certamente i genitori, dopo i primi giorni di assestamento soprattutto per quelli che sono interessati dalle aule che sono state spostate, si renderanno conto che i loro figli stanno in ambienti sicuri e salubri senza particolari difficoltà. Abbiamo fatto il massimo che si poteva fare in questo periodo per dare degli ambienti in ottimo stato da ogni punto di vista. Questa è stata la prima tappa di un percorso più lungo che deve portare all’ammodernamento e all’adeguamento dell’edilizia scolastica cittadina. Un’attività lunga e complessa».
La “Mazzetti” è stata così spezzettata: cinque classi trasferite alla scuola De Amicis di via Roma e altre sette classi presso la scuola media Masi di via Pianodardine. «In particolare cinque classi, che sono le prime e le seconde della “Mazzetti” – conclude il  primo cittadino -, sono ospitate nel plesso scolastico di via Roma con l’utilizzo a pieno degli spazi già destinati per finalità didattiche: due aule erano inutilizzate, due li abbiamo ricavate da un’aula magna e infine l’ultima da un’aula utilizzata a deposito. Le altre sette classi sono state trasferite presso la scuola media “Masi” dando in esclusiva il corpo di fabbrica funzionalmente separato dalla scuola media che ospiterà le classi terze, quarte e quinte della “Mazzetti” e originariamente destinato alla presidenza e alla segreteria e negli ultimi anni utilizzati dalla scuola per laboratori e didattica pomeridiana. Credo che così andrà tutto nel migliore dei modi. Ovviamente ci aspettiamo qualche primo giorno di disagio da parte dei genitori che accompagnano e vanno a prendere a scuola i ragazzi legati per abituarsi ai nuovi spazi».
L’assessore al Traffico Mirko Musto e il comandante della Polizia Municipale Domenico Giannetta, in occasione dell’apertura delle scuole, hanno previsto che la Polizia Municipale assicurerà la propria presenza all’ingresso dei plessi scolastici di via Roma e via Pianodardine, ingresso scuola Masi e ingresso lato Misericordia.  Al plesso di via Pianodardine sarà impegnato anche il nonno vigile Casillo Silvano. All’avvio del nuovo anno scolastico sarà impegnato anche il gruppo comunale di Protezione civile assicurerà la propria presenza.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298

L’ASL di Avellino comunica che, su 248 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno

Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno. . È questo il dato più importante emerso Read more

Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto

Si ampliano i cantieri pubblici ad Atripalda.  Da ieri mattina è scattato il divieto di sosta temporaneo in piazza Sparavigna, Read more

Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati

L’ASL di Avellino comunica che, su 299 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *