alpadesa
  
sabato 23 marzo 2019
Flash news:   “Lettera aperta a mio padre”, Luigi Caputo ricorda commosso il papà Pasquale Giornate FAI di Primavera, appuntamento oggi e domani: Abellinum e Specus in mostra Colpisce con un calcio il compagno di scuola mandandolo in ospedale Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ermete Green Volley Marcello, tie-break amaro: vince il Marano 3 a 1. Esordio vincente per l’under 13 Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi “Ritorno al Partenio”, mini abbonamento per le due gare interne dei lupi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie

Parcheggio Asl Atripalda, Bimonte (Primavera Irpinia): “Per adesso nessuna novità, nuovo incontro a fine ottobre”

Pubblicato in data: 3/10/2018 alle ore:08:30 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Giovedì 27 settembre, presso la casa comunale,  si è svolto il tanto atteso incontro con il sindaco di Atripalda Giuseppe Spagnuolo per la discussione delle problematiche, sorte in seguito all’apertura del parcheggio a pagamento in via Manfredi di fronte all’Asl. Il confronto era stato richiesto dal movimento politico Primavera Irpinia, presente con il presidente Sabino Morano e Massimo Bimonte, dirigente e coordinatore del circolo di Atripalda; dal sindacato USB, rappresentato dal dirigente provinciale Edoardo Barbato; dall’associazione Forza dei Consumatorì, presente con il presidente provinciale avv. Nicola Zinzi e la responsabile della sede di Atripalda Marydin Mazzarella. L’incontro, a cui era presente anche l’assessore Mirko Musto, durato più di un ora, si é svolto in un clima cordiale ma non sono mancate le scintille. Sono stati affrontate tutte le problematiche, che fin dall’apertura hanno acceso il dibattito intorno a questo contestato parcheggio, ma sono stati 3 gli argomenti oggetto di un attento approfondimento: la tariffa oraria della sosta, differente da quella stabilita nella convenzione; i primi 15 minuti di sosta gratuita e la mancata richiesta da parte del comune dell’apertura del parcheggio in occasione della festa patronale di San Sabino e di Giullarte. “La tariffa imposta di 0,60 centesimi all’ora, relativa sempre ai circa 40 posti ad uso pubblico, differisce dai 0,50 applicati in tutte le altre zone della città” – afferma Massimo Bimonte – “L’aumento deciso dalla proprietà, giustificato dall’applicazione dell’iva, secondo noi  è irregolare, poichè, all’articolo 11 della convenzione si stabilisce, in modo chiaro, che il prezzo massimo non potrà essere superiore a 0,50 centesimi e comunque uguale a quello applicato dall’amministrazione sugli altri parcheggi pubblici. L’interpretazione del testo deve essere sempre fatta a vantaggio dei cittadini. Sempre legata alla tariffa è la problematica dei primi 15 minuti di sosta gratuiti, adesso solo 7,  che rappresenterebbero un aiuto per i cittadini e per gli utenti dell’Asl”. Dopo circa un ora di discussione, con un sostanziale nulla di fatto, le parti hanno deciso di aggiornarsi a fine ottobre per fare il punto della situazione. Nel frattempo il sindaco Spagnuolo e l’assessore Musto hanno riferito di voler studiare al meglio la problematica della tariffa e la questione dell’iva, ricorrendo a professionisti della materia ed alla normativa vigente per dirimere la problematica, inoltre, chiederanno alla proprietà di portare a 15 minuti la durata della sosta gratuita. Infine, l’amministrazione si è impegnata a richiedere l’apertura del parcheggio in occasione delle ricorrenza dei defunti.

Comunciato stampa

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 2,33 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *