alpadesa
  
Flash news:   Blitz di Alto Calore e Carabinieri a contrada Alvanite: scoperti 8 casi di furti d’acqua Sosta a pagamento, la selezione per i quattro ausiliari al traffico accende lo scontro politico È la notte della Super Luna Piena “La crisi del Pd e del Centrosinistra”, dibattito pubblico nella chiesa di San Nicola sabato pomeriggio Lo Stadio Partenio-Lombardi si rifà il look in vista delle Universiadi Progetto “#inacinque”, giovedì al Comune l’assessore regionale alle Politiche sociali Lucia Fortini Raccolta differenziata, Primavera Irpinia incalza: «un opuscolo non basta: troppi cinque carrellati consegnati ad ogni condominio. Per questo siamo scesi al 61,14%» Premio San Valentino 2019, conclusioni e ringraziamenti Bucaro: “non meritavamo la sconfitta” Serie B, l’Atripalda Volleyball cade in casa contro Taranto

Conferimento illecito di rifiuti, cinque persone multate

Pubblicato in data: 10/10/2018 alle ore:09:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

La domenica ecologica a contrada Alvanite aiuta a scoprire ad Atripalda ben cinque trasgressori nel conferimento abusivo dei rifiuti.
E’ caccia al conferimento non corretto e all’indiscriminato abbandono dei rifiuti di ogni tipo sul territorio comunale della cittadina del Sabato, dal centro alle periferie.
Da una serie di sopralluoghi per contrastare e punire i responsabili del degrado sono emerse ben cinque irregolarità che rischiano una multa fino a 500 euro in base al rifiuto smaltito. Tutti e cinque le persone individuate non sono atripaldesi ma residenti nei comuni limitrofi di Aiello e dell’hinterland.
«Quella di Puliamo il mondo è stata una bella manifestazione e una grande giornata di aggregazione  – commenta il delegato all’Ambiente, Costantino Pesca – che ha visto coinvolti in prima persona noi amministratori e liberi cittadini, in particolar modo i ragazzi dell’Associazione Culturale Alvanite e del Forum dei Giovani, i quali ringrazio personalmente per il loro contributo volto a dare un forte segnale di civiltà e di appartenenza al nostro territorio. Abbiamo ripulito in toto una zona, oggetto spesso, purtroppo di atti vandalici da parte di certe persone che non sono riuscite a comprendere come conferire i rifiuti, preferendo cola strada dello sversamento abusivo. Tant’è che grazie ad un controllo effettuato dai Vigili urbani, siamo riusciti a beccare i documenti di tre incivili che sono stati prontamente sanzionati».
I tre trasgressori, tutti del comune di Aiello, sono strati traditi dalle bollette. Infatti nelle buste abbandonate a contrada Alvanite, i volontari hanno rinvenuto diversi documenti, tra cui alcune bollette, recanti il nominativo.
Controlli che il delegato dell’Amministrazione Spagnuolo assicura che saranno intensificati: «Saranno inaspriti ulteriormente  i controlli sul nostro territorio per limitare questo fenomeno. e proprio in virtù di questi controlli siamo riusciti a beccare altre due persone, dedite a questa cattiva pratica, su via Tufarole».
Un’attività di prevenzione contro l’abbandoni illecito dei rifiuti che vedrà in campo una task-force con il compito di girare in lungo e largo la città alla ricerca di sacchetti dei rifiuti non conferiti correttamente e poi di aprirli per spulciarli ad uno ad uno per risalire all’autore dello sversamento abusivo. Si rovisterà tra i cumuli di rifiuti un pò come nella scena del film «Il mistero di Bellavista», passando alla verifica dei sacchetti depositati, in modo da poter risalire attraverso qualche elemento presente tra i rifiuti, all’individuazione di coloro che non rispettano le regole con la conseguente applicazione delle sanzioni.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 3,67 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *