alpadesa
  
domenica 20 ottobre 2019
Flash news:   Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto Mister Eziolino Capuano si presenta: «Sogno la Serie B con i lupi»

Il Comune dilaziona il debito maturato con Irpiniambiente di oltre un milione e mezzo di euro con rate mensili da 63mila euro

Pubblicato in data: 20/10/2018 alle ore:08:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Il Comune di Atripalda dilaziona il debito maturato con Irpiniambiente Spa pari ad oltre un milione e mezzo di euro con rate mensili da 63mila euro.
La giunta guidata dal sindaco Geppino Spagnuolo ha approvato all’unanimità l’ipotesi di piano di dilazione dei pagamenti elaborata dal Settore finanziario e concordata con la società affidataria del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti per la Provincia di Avellino e che prevede un piano di pagamento del debito maturato al 31 dicembre del 2017 in 24 rate mensili costanti da 63.906,14 euro oltre iva ciascuna, con decorrenza dal prossimo mese di novembre e che terminerà ad ottobre del 2020.
Il tutto per un totale di 1.533.747,37 euro, oltre iva con la società competente per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti del territorio provinciale e che svolge il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti sul territorio comunale nonché altri servizi accessori. L’ Ente di Piazza Municipio ha provveduto a riversare regolarmente e integralmente per il pagamento delle fatture emesse gli incassi pervenuti a titolo di Tari relativi agli esercizi pregressi sino al 2017 che però non hanno consentito di saldare integralmente il debito maturato al 31.12.2017.
La decisione dell’Amministrazione di adottare un Piano di Rientro nasce al fine di evitare aggravi di spesa conseguenti all’applicazione degli interessi di mora, nonché le spese afferenti eventuali azioni di recupero coattivo del credito e di evitare l’eventuale riduzione dei servizi di raccolta rifiuti. Da qui la scelta di concordare con la società creditrice Irpiniambiente Spa un piano di dilazione di pagamento del debito maturato al 31 dicembre 2017 senza ulteriori spese a carico dell’Ente.
Il Comune del Sabato ha anche provveduto, con determina del V Settore, ad approvare gli elenchi dei contribuenti ai quali inviare i solleciti di pagamento della IUC– Componente Tari per gli esercizi 2015 e 2016, per i quali è stato accertato l’omesso o parziale versamento di imposta per complessivi 1.145.133,00 euro e che sono in corso le corrispondenti attività d’ufficio per l’anno 2017.
Rimodulato anche il costo del servizio di raccolta differenziata con il sistema “porta a porta” che era pari a 1.457.606,48 euro. A seguito della riduzione di una frequenza settimanale della raccolta dell’organico, il Comune del Sabato ha sollecitato una rimodulazione dei costi del servizio di raccolta differenziata e del ciclo integrato dei rifiuti per complessivi 1.394.950,18 euro oltre iva, con decorrenza dal 01 gennaio 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *