alpadesa
  
Flash news:   Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri

I vigili urbani di Atripalda a guardia del transito del treno turistico Avellino-Rocchetta Sant’Antonio. FOTO

Pubblicato in data: 21/10/2018 alle ore:08:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

I vigili urbani di Atripalda a guardia dei passaggi a livello cittadini per consentire nel weekend il transito del treno turistico Avellino-Rocchetta Sant’Antonio.
La cittadina del Sabato, come tutti gli altri comuni  interessati nel fine settimanale  dal passaggio del treno storico che conduce tanti turisti lungo i sentieri  e gli scenari mozzafiato della verde Irpinia, ha dato la propria disponibilità a vigilare sulla sicurezza del convoglio ferroviario.
La riapertura della storica linea ferroviaria, 119 km di tracciato, è avvenuta a maggio scorso grazie all’impegno della Regione Campania, su impulso di comuni e associazioni del territorio, di Rfi con la Fondazione Fs.
E proprio l’impegno di tanti comuni garantisce il funzionamento del servizio. Passaggi a livello incustoditi e nel tempo finiti in disuso,  privi del sistema di sbarre ad azionamento automatico che si abbassano al passaggio del treno, necessitano di una vigilanza.
E così ogni sabato e domenica, in concomitanza con il passaggio del treno che ripercorre la vecchia tratta ferroviaria gli operatori della Polizia Municipale della cittadina del Sabato sono tenuti a svolgere un servizio  di vigilanza presso la strada ferrata nei due punti di intersezione con l’asse viario e che risultano poi quelli più trafficati. Il primo è in via Adamo (ex via Cesinali), lungo la vecchia strada che collega il centro con il popoloso quartiere di contrada Alvanite attraverso il sottopasso al raccordo autostradale e l’altro, certamente più trafficato dalle auto in via Serino, arteria che unisce Atripalda con i comuni del serinese.
Gli altri due passaggi a livello, salita Castello e via Acquachiara, sono invece controllati da personale delle Fs.
E così per ben due volte al giorno, di sabato e di domenica, alle ore 10 e alle 16 e poi in serata alla ore 19.55 e alle ore 21, due pattuglie degli agenti metropolitani sono chiamate a recarsi in via Serino e via Adamo per assicurare che il treno possa attraversare la città in piena sicurezza, scongiurando possibili incidenti per la mancata segnalazione. Lungo il percorso che dalla stazione della Ferrovia conduce a Rocchetta Sant’Antonio il controllo è affidato poi, in altri tratti, direttamente al personale stesso delle Ferrovie dello Stato, che ad ogni incrocio ne assicurano il transito senza intoppi.
Un’attività che dovrebbe proseguire fin quando non saranno svolti i lavori di ripristino della vecchi linea ferroviaria.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *