alpadesa
  
sabato 23 marzo 2019
Flash news:   “Lettera aperta a mio padre”, Luigi Caputo ricorda commosso il papà Pasquale Giornate FAI di Primavera, appuntamento oggi e domani: Abellinum e Specus in mostra Colpisce con un calcio il compagno di scuola mandandolo in ospedale Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ermete Green Volley Marcello, tie-break amaro: vince il Marano 3 a 1. Esordio vincente per l’under 13 Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi “Ritorno al Partenio”, mini abbonamento per le due gare interne dei lupi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie

Halloween sicuro, maxi sequestro di prodotti asiatici irregolari anche ad Atripalda

Pubblicato in data: 24/10/2018 alle ore:11:18 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Halloween sicuro, controlli a tappetto della Guardia di Finanza di Avellino. Sono stati sequestrati oltre 284.500 articoli potenzialmente pericolosi per la salute soprattutto dei più piccoli ed abusivamente immessi sul mercato. I Finanzieri hanno rilevato violazioni alla normativa di settore posta a tutela della salute dei consumatori in negozi gestiti da cittadini cinesi dislocati sia ad Avellino che ad Atripalda.

Cosmetici, gadget e soprattutto maschere erano sugli scaffali, pronti per la vendita in occasione della festa di “halloween”. I finanzieri del nucleo mobile della compagnia di Avellino hanno rilevato diverse irregolarità sulla merce, di provenienza asiatica: non riportavano la denominazione merceologica, i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze potenzialmente tossiche.

Inoltre, su alcuni articoli non era presente il marchio di garanzia di produzione CE. I cosmetici sequestrati dalla guardia di finanza – anche questi destinati ai trucchi di Halloween – sono risultati privi delle certificazioni richieste dalle norme comunitarie.

La mancanza delle indicazioni obbligatorie rende il prodotto potenzialmente dannoso per chi lo utilizza, in quanto non è assicurato il rispetto dei requisiti di produzione e l’utilizzo di elementi chimici non tossici per la salute. Per le violazioni riscontrate al codice del consumo, ai due titolari sono state comminate sanzioni pari, nel massimo, a 25.800 euro.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 4,33 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *