alpadesa
  
sabato 21 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

Inquinamento, il comune di Atripalda chiede ad Avellino di regolare meglio il semaforo di via Francesco Tedesco

Pubblicato in data: 24/11/2018 alle ore:08:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

«Regolate meglio quel semaforo all’incrocio tra via Appia e via Francesco Tedesco». E’ questa tra le richieste quella avanzata dal sindaco Geppino Spagnuolo con il suo delegato all’Ambiente Costantino Pesca alla riunione svoltasi al Comune di Avellino.
Sul tavolo di discussione c’è l’emergenza smog che ha spinto il comune capoluogo ad adottare un nuovo provvedimento che va a regolare la circolazione veicolare fino al 16 dicembre.
Nella riunione il comune del Sabato ha anche portato all’attenzione dei presenti il funzionamento non corretto del  dispositivo ubicato all’incrocio tra via Appia e via Francesco Tedesco, che sta dando vita a lunghe file di auto a tutte le ore. Sotto accusa i tempi di attesa troppo lunghi per il verde per le auto che si muovono in direzione Avellino tanto da far preoccupare non poco i residenti di via Appia per un crescente livello di smog e aria irrespirabile.
«Abbiamo chiesto al comune di Avellino di regolare meglio il semaforo all’incrocio di via Francesco Tedesco onde evitare lunghe code sulle strade, in particolar modo su via Appia, che è il punto dove insiste di più il traffico nella nostra città. Mentre nell’immediato ci sarà l’ordinanza di divieto di abbruciamenti fino a fine mese» afferma il delegato all’ambiente Costantino Pesca che valuta la riunione: «molto significativa circa il da farsi. Detto questo occorre precisare, che i dati della centralina dell’Arpac installata ad Atripalda (lungo via Pianodardine, sul tetto della scuola media Masi ndr.) sono discostanti e certamente più lusinghieri rispetto a quelli di Avellino. Fermo restando l’impegno comune volto ad adoperare misure per migliorare la qualità dell’aria, si rende prioritaria una valutazione complessiva rispetto ai flussi di traffico che riguarda la valle del Sabato, in modo particolare nella strade di Mercogliano, Avellino e Atripalda, ipotizzando, soprattutto nel medio-lungo periodo, un paiono traffico congiunto più agevole e ponendo l’accento sul potenziamento del trasporto pubblico in tutte le sedi istituzionali. Nell’immediato ci sarà l’ordinanza di divieto di abbruciamenti fino a fine mese».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *