alpadesa
  
Flash news:   Blitz di Alto Calore e Carabinieri a contrada Alvanite: scoperti 8 casi di furti d’acqua Sosta a pagamento, la selezione per i quattro ausiliari al traffico accende lo scontro politico È la notte della Super Luna Piena “La crisi del Pd e del Centrosinistra”, dibattito pubblico nella chiesa di San Nicola sabato pomeriggio Lo Stadio Partenio-Lombardi si rifà il look in vista delle Universiadi Progetto “#inacinque”, giovedì al Comune l’assessore regionale alle Politiche sociali Lucia Fortini Raccolta differenziata, Primavera Irpinia incalza: «un opuscolo non basta: troppi cinque carrellati consegnati ad ogni condominio. Per questo siamo scesi al 61,14%» Premio San Valentino 2019, conclusioni e ringraziamenti Bucaro: “non meritavamo la sconfitta” Serie B, l’Atripalda Volleyball cade in casa contro Taranto

Lotta all’evasione tributaria comunale e revocati altri posteggi nel mercato del giovedì

Pubblicato in data: 28/11/2018 alle ore:08:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Lotta all’evasione tributaria e revocate altre licenze per assenze al mercato del giovedì di Atripalda.
Approvato dal Settore Entrate e Tributi l’elenco dei contribuenti di cui risulta omesso o effettuato parzialmente il versamento della componente Tari (Tributo servizio rifiuti) della Iuc (Imposta Unica Comunale) per gli anni 2015 e 2016 per un importo totale di 1.145.133,00 euro. Un importo calcolato applicando le tariffe previste nei rispettivi Piani Finanziari per le annualità 2015 e 2016.
Da qui l’invio di avvisi di accertamento e atti di sollecito ai contribuenti morosi per omesso o insufficiente pagamento, articolando il pagamento delle rate del suddetto tributo «entro e non oltre il sessantesimo giorno dalla notifica dell’atto di sollecito con l’avvertenza che, in caso di inadempimento, si applicherà la sanzione per omesso pagamento, oltre agli interessi di mora e si procederà alla riscossione coattiva con aggravio delle spese di riscossione» si legge  nella determina a firma del responsabile del V Settore, dottor Enrico Reppucci «Gli elenchi della Tassa verranno riscossi in forma diretta – prosegue – attraverso l’utilizzo di modelli di pagamento unificato F24».
Approvati anche gli avvisi di accertamento Tosap (Tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche) per gli anni dal 2014 al 2015 per un totale complessivo pari a 107.959,00 euro cosi suddivisi: 143 avvisi di accertamento per l’anno 2014 per un totale di 46.537,00 e 161 avvisi di accertamento per l’anno 2015 per un totale di 61.422,00.

Vita dura anche per gli ambulanti del mercato del giovedì. Dopo la revoca delle licenze per coloro che non pagavano la Tosap da anni, il Comune del Sabato, con determine del Settore di Polizia Municipale, ha proceduto ad mettere una decina di dichiarazioni di decadenza  dalla concessione del posteggio e contestuale revoca dell’autorizzazione per il commercio su aree pubbliche riferite alla fiera settimanale che si svolge il giovedì tra via San Lorenzo e Parco delle Acacie per il superamento del numero massimo di assenze non giustificate consentite nell’anno solare atteso che in base al Regolamento comunale per la disciplina del commercio su aree pubbliche e del Decreto legislativo regionale: «il mancato utilizzo del posteggio, senza giustificato motivo, in ciascun anno solare per periodi di tempo superiore complessivamente a quattro mesi comporta la decadenza dalla concessione del posteggio stesso e la conseguente revoca dell’Autorizzazione Amministrativa». Avverso tali provvedimenti gli interessati potranno presentare ricorso al Tar entro 60 giorni dalla ricezione.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *