alpadesa
  
Flash news:   Blitz al mercato del giovedì con sequestro di prodotti ittici e sanzioni ai commercianti Una delegazione atripaldese al raduno mondiale Scout negli Usa Beffa Navigator, la Regione Campania non firma la convenzione: i vincitori pronti ad intraprendere un’azione giudiziaria Il sindaco di Atripalda eletto nel consiglio del Distretto idrico Calore Irpino Addio a Flavio Puleo, anima in Curva Nord dei ”Biancoverdi Insuper…Abili” Ennesimo episodio di violenza in piazza Umberto, lite passionale tra due uomini in un negozio: arrivano cittadini e Carabinieri In migliaia per la Notte Bianca della Madonna del Carmelo. I commercianti: “puntiamo alla calendarizzazione per rivitalizzare il commercio cittadino”. FOTO Atripalda Volleyball, al centro c’è Emanuele Fastoso: “Sono determinato a fare bene. Qui sui può puntare a tornare ai vertici” Murata e bonificata l’ex scuola elementare di rampa San Pasquale dopo gli atti vandalici. FOTO Seconda edizione estiva del “Cinema in Piazzetta”

Assalto a portavalori della Cosmopol sul raccordo Av-Sa: i componenti del commando avevano accento pugliese

Pubblicato in data: 5/12/2018 alle ore:21:22 • Categoria: CronacaStampa Articolo

“Avevano l’accento pugliese” è il particolare che hanno riferito i testimoni che ieri mattina hanno assistito all’assalto a portavalori della Cosmopol lungo il raccordo Av-Sa.

I componenti del commando, entrato in azione intorno alle 10, hanno proferito alcune frasi ai quattro automobilisti a cui hanno sottratto l’auto e hanno minacciato le guardie giurate della Cosmopol. Poche parole:“Fate quello che vi diciamo e non vi faremo nulla”. Hanno detto a chi è stato minacciato lungo i cinque chilometri di scena del crimine.

Freddezza, tattica ed esecuzione in rapida sequenza. Così si sono mossi seguendo un piano preciso riuescendo a portare a casa un bottino di oltre 2 milioni di euro.

«È stata un’azione di guerra. Una guerra dichiarata alle istituzioni per il fatto che si sono esposti armati contro carabinieri e poliziotti, ma anche contro la collettività, perché ci sono stati cittadini che hanno avuto mitra puntati». Così il procuratore della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *