alpadesa
  
Flash news:   Giardini di Palazzo Caracciolo, venerdì sera visita guidata della Pro Loco di Atripalda Istituto comprensivo “De Amicis-Masi”, il nuovo dirigente scolastico è Amalia Carbone Festa in onore di Maria SS.ma del Carmelo: processione, fuochi pirotecnici e notte bianca con artisti di strada “16 luglio 1969 – 16 luglio 2019”: dalla Terra alla Luna, sotto il cielo di Atripalda. Culla Marallo-Pacia, auguri alla famiglia Atripalda Volley, il roster riparte dalla riconferma di Rescignano: “Orgoglioso aver avuto la fiducia della società. L’obbiettivo è migliorarci” Ripulita la Basilica Paleocristiana nel centro storico grazie alla Provincia Caso Sidigas, il Tribunale dice sì al pre-concordato Mangia pollo con vermi, caso segnalato all’Asl Apertura Giardini Palazzo Caracciolo, Barbarisi:”si lavori alla valorizzazione definitiva del bene”

Irpinia: culle vuote, 71 i nati ad Atripalda nel 2017

Pubblicato in data: 13/12/2018 alle ore:11:17 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Culle vuote in Irpinia, sono appena 3004 i nuovi nati in provincia di Avellino nel 2017. L’Istat ha reso noto che in tutta Italia, negli ultimi tre anni, ci sono stati 15mila nati in meno. Una tendenza che rende alcune zone del nostro paese a rischio desertificazione. Il calo che si continua a registrare in Irpinia per quanto riguarda le nascite è davvero rilevante. Rispetto al 2016 ci sono stati 72 nati in meno.
Le coppie giovani non fanno più figli e cosa peggiore sono tante quelle che decidono di emigrare. Con la conseguenza che tanti comuni della provincia, da qui a pochi anni, saranno abitati solo da anziani.
Ad Atripalda nel 2017 si registrano 71 nuovi nati rispetto ai 66 del 2016.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *