alpadesa
  
Flash news:   “Festa dell’albero”: studenti, istituzioni e comunità montana insieme. Foto Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Condanna della Corte dei Conti per i tre ex dipendenti infedeli del Comune di Atripalda Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino

Da Avellino in mondovisione: domani in diretta su Rai 1 la messa officiata da don Enzo De Stefano

Pubblicato in data: 19/1/2019 alle ore:11:28 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Domenica 20 gennaio, alle 10.55, sarà trasmessa in diretta e in mondovisione su Rai 1 la messa dal Duomo di Avellino.

A celebrare la messa sarà Monsignore Vincenzo De Stefano, Vicario Generale della Diocesi di Avellino.

Don Enzo è stato per tantissimi anni prima di diventare vicario generale anche parroco della chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire ad Atripalda.

Per la regia di don Michele Totaro, l’atteso evento sarà affidato al commento di Orazio Coclite.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *