alpadesa
  
Flash news:   Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate

“Per un pugno di Libri”, gli alunni del liceo “De Caprariis” hanno vinto la puntata su Rai3

Pubblicato in data: 21/1/2019 alle ore:15:36 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Gli alunni del liceo scientifico “De Caprariis” di Atripalda vincono la puntata di “Per un pugno di Libri”.
Gli studenti della Quinta B hanno vinto la gara “Per un pugno di Libri”, la trasmissione di cultura e lettura di Rai 3 condotta da Geppi Cucciari con il professor Piero Dorfles.
Gli studenti dell’istituto di via Appia, guidato dalla dirigente scolastica Maria Berardino, hanno vinto sabato scorso la sfida con il liceo “Copernico” di Verona. Una partecipazione che ha richiesto mesi di studio e di preparazione con la lettura di centinaia di libri.
Il programma è un quiz a premi, in cui il premio è costituito da libri. Vi concorrono due classi scolastiche antagoniste, provenienti da scuole secondarie di secondo grado di diverse regioni: la classe che accumula più libri, li vince. A fianco dei concorrenti gioca un personaggio televisivo celebre che, insieme al portavoce della classe, è abilitato a rispondere ai quesiti. Uno dei fini del programma è proporre nuove letture al pubblico che segue da casa.
«Abbiamo aspettato quasi tre anni prima di essere chiamati a partecipare alla trasmissione. E’ stata una sorpresa a fine novembre, non ci speravamo più – racconta la professoressa di Italiano Adele Testa –. Abbiamo avuto un mesetto per la preparazione che stata è caratterizzata dalla lettura del maggior numero di libri possibile. Gli alunni hanno letto qualche centinaio di libri e hanno memorizzato più di trecento titoli e autori. I ragazzi ci hanno messo grande impegno anche se non è il solito impegno che mettono durante l’anno scolastico. La sfida e il gioco ha motivato anche allo studio. Hanno fatto così esperienza di studio e di relazioni sociali con nuove amicizie. Hanno conosciuto gli alunni di un’altra scuola, soprattutto dell’Italia settentrionale e hanno certamente imparato qualcosa molto di più».
E ieri mattina grande entusiasmo al liceo durante l’Open Day.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *