alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi

Ex Convento di Santa Maria della Purità, l’imprenditore tessile Enzo Angiuoni nominato dal vescovo nel Cda della Fondazione

Pubblicato in data: 27/1/2019 alle ore:10:00 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

«Sono molto felice della nomina ricevuta dal vescovo Aiello. Amo Atripalda sin da quando mi sono trasferito al Nord e ogni volta che torno in città per me è un momento di grande gioia». A parlare è Enzo Angiuoni, l’imprenditore tessile atripaldese trapiantato dagli anni ’60 in Brianza, cittadino onorario di Atripalda che non ha mai dimenticato le proprie radici. Il vescovo di Avellino Arturo Aiello ha nominato Angiuoni nel Consiglio di Amministrazione della “Fondazione Volto Santo” che gestisce in città l’ex Convento di Santa Maria della Purità. L’imprenditore tessile sostituirà il compianto presidente onorario dei costruttori irpini Alessandro Lazzerini, venuto a mancare nel mese di novembre. Con Angiuoni compongono il CdA il parroco della chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire, Don Fabio Mauriello e l’ex sindaco e medico Aldo Laurenzano.
A breve ci sarà la prima riunione del Consiglio per decidere il da farsi, visto che l’edificio ha anche bisogno di alcuni lavori. L’ex Convento di via Cammarota rappresenta uno dei palazzi più antichi e storici di Atripalda, vincolato dalla Soprintendenza, custode al suo interno di opere di immenso valore.Tre secoli e mezzo di storia, fondato nel 1660 dalla nobildonna Delia Laurenzano ed eretto nel 1743.
Enzo Angiuoni è sempre rimasto legato alla cittadina del Sabato, finanziando diversi interventi. L’ultimo in ordine di tempo è stato il restaurato del gonfalone della città: «mi sono sempre reso utile per il mio paese. Quando posso fare qualcosa lo faccio volentieri, ce l’ho nel cuore Atripalda».
Ora toccherà al CdA rilanciare l’antico edificio nel quale è custodito un quadro raffigurante il Volto Santo di Gesù che negli anni ’50 a seguito di un presunto sanguinamento richiamò tantissimi fedeli in città.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *