alpadesa
  
Flash news:   Il sindaco Carullo consegna un riconoscimento alla redazione di MercoglianoNews e AtripaldaNews Spareggio play out, l’Abellinum Calcio retrocede in Seconda Categoria Europee 2019, M5S primo partito ad Atripalda con il 28,57%. Seguono il PD al 24,23% e la Lega al 20,94%. FOTO e DATI Europee 2019, urne chiuse: ha votato in città solo il 44,05% degli elettori. Al via lo spoglio Maffezzoli: “orgoglioso di ciò che abbiamo fatto, ringrazio i ragazzi” Termina a Gara-5 l’avventura ai playoff della Sidigas Avellino Europee 2019, ancora affluenza bassa alle ore 19: solo il 28,81% dopo il flop mattutino Europee 2019, urne aperte: alle ore 12 ha votato appena il 7,76% in città La Giunta del sindaco Geppino Spagnuolo approva il Rendiconto di gestione 2018: disavanzo di amministrazione pari a 1.767.831,52 euro Le calciatrici di Spartak si aggiudicano il “V Memorial Rita Mazza”. Foto

Atto vandalico allla targa degli Scout, Antonio Evangelista: «Ci auguriamo che sia l’azione di uno sciocco, ma quella frase scritta fa male»

Pubblicato in data: 17/2/2019 alle ore:08:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

«Ci auguriamo che sia stato solo l’atto di uno sciocco. La targa era quella che avevamo realizzato lo scorso anno in occasione del quarantennale e che avevamo posto al cancello d’ingresso della nostra sede su rampa San Pasquale». Non nasconde l’amarezza il giorno dopo Antonio Evangelista, responsabile del “Gruppo Scout Agesci Atripalda 1” dopo aver scoperto che la targa della sede atripaldese degli scout, presso il Convento di San Pasquale, è stata deturpata con scritte offensive e ingiuriose. «Ieri sera – racconta Evangelista – un capo scout è salito ed ha trovato il tabellone imbrattato con un simbolo fallico e con diverse scritte. Quello che ci ha fatto male non è l’imbrattamento del cartellone ma la frase scritta».
Quelle parole vergate con un pennarello nero “State rovinando Atripalda” fanno male per un’associazione che fa dell’aggregazione e formazione giovanile da oltre 40 anni in città la sua missione. «Sembra lo sfogo di una persona fomentata dai tempi, frutto dell’odio, come se noi dessimo fastidio». Ieri i capi scout hanno presentato denuncia cautelativa presso la locale stazione dei Carabinieri. «Speriamo che si sia trattata di una ragazzata ma questo episodio può mettere un pò in ansia i genitori che mandano da noi a San Pasquale i propri ragazzi. Quello che ci ha lasciato amareggiato è proprio il tono di quella frase, non certo le altre parole. Il fatto di scrivere state rovinando Atripalda sicuramente non rappresenta l’umore dei cittadini atripaldesi che ci apprezzano e ci vogliono bene. E’ l’atteggiamento di qualcuno che non ha altro modo per mettersi in mostra se non utilizzando questi sistemi. Probabilmente è anche il frutto dei toni accesi di questi tempi. Ma noi non demorderemo e continueremo ad andare avanti ad educare i ragazzi a diventare buoni cittadini. Ciò lo facciamo da quarant’anni».
La storia del “Gruppo Scout Agesci Atripalda 1” nasce nel 1978, un’avventura che ha portato migliaia tra lupetti e coccinelle, esploratori e guide, rover e scolte a varcare le soglie della sede di rampa San Pasquale.
Le scritte offensive sulle targhe non è un episodio nuovo in città. Tempo fa  fu imbrattata anche la targa di intitolazione della villa comunale di piazza Sparavigna a Don Peppe Diana: «subito dopo che l’avevamo messa – conclude Evangelista -. Anche lì sicuramente una ragazzata. Ma questo ci fa capire che dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo da decenni, formare le coscienze in città. Certamente sono atteggiamenti di una piccolissima parte».
Poi l’invito finale a tutti i cittadini a fare rete e ad essere sentinelle sul territorio a tutela dei beni pubblici: « il gruppo Scout è un bene comune di Atripalda perciò dobbiamo far sì che i cittadini vigilino su questi beni comuni. Così come io vigilo su altre associazioni. I beni comuni di Atripalda li dobbiamo proteggere. Mi auguro che la coscienza sia questa, visto i tanti attestati di vicinanza che abbiamo ricevuto stamattina. Certamente il sentimento comune è questo».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *