alpadesa
  
Flash news:   La danza sabato e domenica nella Dogana dei Grani di Atripalda Maurizio Terrazzi è il nuovo questore di Avellino Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda La Confcommercio premia il fiorista atripaldese Raffaele Di Gisi Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento Ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda, Protocollo d’intesa per ospitare famiglie e persone indigenti Giuseppe Petrucciani premiato come socio storico dell’Ucsi Dipendente “infedele” ruba nel supermercato in cui lavora, denunciato dai Carabinieri di Atripalda Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Il Comune mette in vendita in lotti i box artigianali di via San Lorenzo per un importo totale di 410 mila euro. Foto

“La crisi del Pd e del Centrosinistra”, dibattito pubblico nella chiesa di San Nicola sabato pomeriggio

Pubblicato in data: 19/2/2019 alle ore:16:25 • Categoria: Cultura, Politica, Partito DemocraticoStampa Articolo

La crisi del Partito Democratico e del Centrosinistra” è il titolo del dibattito pubblico che si svolgerà sabato 23 febbraio alle ore 16:30 nella chiesa di San Nicola da Tolentino, in via Roma ad Atripalda.
Un confronto che prende spunto da libro scritto dall’avvocato atripaldese Michele Criscuoli, dal titolo “Il Dono”.
Tra i relatori interverranno: Giovanni Bove (di Avellino città ideale), Antonio Tomasetti (già vicesindaco di Atripalda) e ovviamente l’autore de “Il Dono”, Michele Criscuoli. A moderare l’incontro la giornalista Eleonora Davide, direttrice di wwwitalia.it.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *