alpadesa
  
sabato 23 marzo 2019
Flash news:   “Lettera aperta a mio padre”, Luigi Caputo ricorda commosso il papà Pasquale Giornate FAI di Primavera, appuntamento oggi e domani: Abellinum e Specus in mostra Colpisce con un calcio il compagno di scuola mandandolo in ospedale Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ermete Green Volley Marcello, tie-break amaro: vince il Marano 3 a 1. Esordio vincente per l’under 13 Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi “Ritorno al Partenio”, mini abbonamento per le due gare interne dei lupi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie

Da oggi al via le richieste per il Reddito di cittadinanza

Pubblicato in data: 6/3/2019 alle ore:11:15 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Da questa mattina si potranno presentare le domande per il Reddito di Cittadinanza che potrà arrivare fino a 780 euro al mese per un single (fino a 1.330 per una famiglia di tre adulti e due figli minorenni). I primi assegni avranno decorrenza da aprile anche se la card verrà caricata a maggio. Le domande si potranno presentare agli uffici postali, ai Caf e online sul sito Inps. Si teme un assalto. In molti uffici postali sono presenti cartelli che invitano i richiedenti a presentarsi in ordine alfabetico.

Questi i requisiti:

  • Essere cittadini italiani, europei o lungo soggiornanti e risiedere in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa;
  • ISEE inferiore a 9.360 euro annui;
  • Patrimonio immobiliare, diverso dalla prima casa di abitazione, fino ai 30.000 euro annui;
  • Patrimonio finanziario non superiore a 6.000 euro che può arrivare fino a 20.000 per le famiglie con persone disabili.

Nel caso di un cittadino single l’importo massimo è di 780 euro: l’importo massimo del Reddito di cittadinanza arriva fino a 500 euro. A questa cifra si somma un importo di 280 euro se si è titolari di un contratto di affitto o 150 se si vive in una casa di cui si sta pagando un mutuo.

Se si vive in una casa di proprietà, la cifra massima arriva a 500 euro. Una somma integrativa sarà riconosciuta alle famiglie che hanno al loro interno una persona diversamente abile.

Le documentazioni potranno essere presentate in via telematica, oppure ad uno sportello postale, oppure ai Caf. L’Inps verificherà il possesso dei requisiti. Il Reddito di cittadinanza viene erogato, a partire da maggio, attraverso un normalissima prepagata di Poste Italiane. dopo l’accettazione il beneficiario verrà contatto dai Centri per l’impiego per  sottoscrivere il Patto per il lavoro o il Patto per la formazione (per 8 ore di prestazioni settimanali). I soldi del sussidio dovranno essere spesi entro il mese corrente.

Il reddito di cittadinanza dura 18 mesi:

  • entro i primi 12 mesi la prima offerta di lavoro potrà arrivare nel raggio di 100 km – 100 minuti di viaggio.
  • Se viene rifiutata la seconda offerta potrà arrivare nel raggio di 250 km
  • Se anche questa viene rifiutata la terza offerta potrà arrivare da tutta Italia. Dopo il primo anno anche la prima offerta potrà arrivare fino a 250 km, mentre la terza potrà arrivare da tutto il territorio nazionale. Dopo i 18 mesi tutte le offerte possono arrivare da tutto il territorio nazionale.

Per le famiglie con persone con disabilità le offerte di lavoro non potranno mai superare i 250 km.

Viene escluso dal Reddito di cittadinanza chi:

  • non sottoscrive il Patto per il Lavoro o per l’Inclusione sociale;
  • non partecipa alle iniziative formative e non presenta una giustificazione;
  • non aderisce ai progetti utili per la comunità predisposti dai Comuni;
  • rifiuta la terza offerta congrua;
  • non aggiorna le autorità competenti sulle variazioni del proprio nucleo;
    fornisce dati falsi: in questo caso, si rischiano da 2 a 6 anni di carcere.

Sono previsti sgravi fiscali fino a 18 mesi per le aziende che assumono i beneficiari del reddito di cittadinanza.

Controlli serrati:

“Saremo rigidi con chi fornirà dichiarazioni false per accedere al reddito di cittadinanza – spiega il Sottosegretario al Ministero dell’Interno, Carlo Sibilia -. Non ci saranno sconti: chi lavorerà in nero, chi vuole imbrogliare, chi fornisce documenti falsi, sarà punito severamente oltre a perdere la possibilità di ottenere quanto richiesto. I controlli saranno severi, non è il caso di provare a imbrogliare, ve lo garantisco”.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *