alpadesa
  
Flash news:   Il senatore Ugo Grassi lascia il M5S e passa alla Lega Si rinnova domani l’appuntamento con la tradizione centenaria dei Cicci di Santa Lucia Futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità di Atripalda, parla il sindaco Spagnuolo: «L’iniziativa è a favore dei più bisognosi e si farà utilizzando solo pochi locali. Ringrazio la Fondazione. Come Comune assicureremo attività di controllo e monitoraggio» Giorgia Casaburi e Pasquale Piscitelli vice campioni italiani 2019 di Taekwondo L’associazione di promozione sociale “L’Argine APS” in campo con una raccolta di beni per i detenuti Il futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda accende il dibattito in città Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone L’ex sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo nominato amministratore unico di ACS Accusa un malore mentre attraversa la strada ad Atripalda: paura ieri in via Gramsci Us Avellino, Filippo Polcino è il nuovo Amministratore Delegato

Venezia piega la Scandone per 76 a 65

Pubblicato in data: 25/3/2019 alle ore:08:31 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Esce sconfitta dal PalaTaliercio la Sidigas Scandone Avellino: i biancoverdi cedono a Venezia per 76 a 65. La squadra di coach Vucinic, oltre a Filloy e Nichols (a referto per onor di firma), ha dovuto fare a meno anche di Ndiaye per problemi alla schiena. Nonostante le defezioni e le buone prove di Campogrande, Harper e Udanoh (tutti in doppia cifra), Avellino ci prova e rimane in partita fino ad inizio ultimo quarto.

Primo quarto (22-17): La Sidigas si schiera con Harper, Sykes, Sabatino, Green e Udanoh; De Raffaele risponde con Haynes, Tonut, Bramos, Watt e Biligha. Le due squadre si affrontano a viso aperto: apre Watt, che segna due volte, risponde prontamente Sykes. Harper realizza la tripla del vantaggio ma è ancora Watt coadiuvato da Biligha a dare il +4 a Venezia (11-7). Avellino inizia a difendere ed in attacco trova due conclusioni dalla lunga distanza con Campogrande e Sykes. I padroni di casa non stanno a guardare e rispondono con Daye. Udanoh va a schiacciare e lascia il posto a Campani ma un contropiede di Tonut costringe Vucinic al time-out (18-15). I biancoverdi si piazzano a zona ma Daye ne segna due facili, mentre Campani accorcia da sotto. La Sidigas ha l’ultimo tiro ma sbaglia e Tonut realizza sulla sirena (22-17).

Secondo quarto (41-32): De Nicolao segna subito da dentro l’area e la Reyer scappa sul +7. Ritorna Udanoh e subito ne mette due appoggiando al vetro, con De Raffaele che chiama sospensione (24-19). Parziale di Venezia: Udanoh commette fallo su Watt, che realizza entrambi i liberi. Avellino non segna e Watt e Daye da dentro l’area piazzano il break con Vucinic che blocca la gara (30-19). Torna sul parquet Harper, che concretizza un gioco da 4 punti. Venezia si affida a Watt che non sbaglia, si sblocca D’Ercole ma è ancora Watt a tenere a distanza la Sidigas (36-25). Venezia blocca l’attacco e la coppia Campogrande-Spizzichini ne approfitta riportando a -7 la Sidigas, con De Raffele a chiamare timeout. Nell’ultima azione Venezia dà la palla a Watt che non sbaglia (41-32).

Terzo quarto (62-50): Segna subito Udanoh, ma Biligha risponde prontamente. Le due squadre bloccano l’attacco ma è ancora Watt a realizza 5 punti consecutivi che provano a far scappare la reyer. Green s’iscrive a referto con un 2+1 ed Avellino è ancora lì (48-37). Dopo la tripla di Haynes, Avellino costruisce in contropiede un mini-parziale frutto dei canestri di Udanoh e Campogrande e De Raffele chiama time out (51-41). Avellino ritorna a -8 con la penetrazione di Harper ma Venezia costruisce un parziale di 5-0 grazie alla tripla di Tonut e all’appoggio di Widmar. Green fa 2/2, mentre Harper piazza la tripla del -9 (57-48). De Nicolao realizza da tre punti, Green dalla lunetta non sbaglia ma il terzo quarto si chiude con il 2/2 di De Nicolao (62-50).

Quarto quarto (76-65): Nei primi due minuti dell’ultimo quarto segna solo Tonut. Avellino non vede il canestro e in contropiede Cerella mette due punti che costringono Vucinic al time-out (66-50). Udanoh ritorna in campo e segna subito. Watt invece non sbaglia mai mentre Green fa 2/2 dalla lunetta (68-54). I biancoverdi provano a rientrare con Sykes ma Venezia si affida a Watt che tiene a distanza Avellino (72-58). Green segna la tripla e subito dopo due liberi. Haynes fa 1/2 e Udanoh piazza la schiacciata strappando applausi, Venezia batte Avellino 76-65.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *