alpadesa
  
sabato 04 luglio 2020
Flash news:   Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21

Gli 80 anni dei Vigili del Fuoco nel ricordo del terremoto. Foto

Pubblicato in data: 31/3/2019 alle ore:19:52 • Categoria: Cronaca

I Vigili del Fuoco hanno iniziato il viaggio per celebrare gli 80 anni di fondazione da Avellino dove, durante l’intera settimana, hanno incontrato gli alunni delle scuole della città, con i quali hanno condiviso un percorso di conoscenza e formazione sulla sicurezza.

Ieri mattina, la Banda musicale del Corpo Nazionale, in un teatro Carlo Gesualdo gremito, alla presenza dei sottosegretari all’Interno Candiani e Sibilia, dei vertici dei Vigili del fuoco e delle maggiori autorità civili e militari del territorio, ha accompagnato i presenti in un cammino tra diversi generi musicali. Pino Insegno, che ha prestato servizio come vigile ausiliario, ha sapientemente presentato il concerto regalando apprezzamenti, battute e recitando poesie. In questa città non poteva mancare il ricordo del terremoto che, nel 1980, devastò l’Irpinia e provocò migliaia di morti. Due sono state le testimonianze portate sul palco: quella dei capireparto in quiescenza Pasquale Marinelli e Carmine Addivinola che hanno prestato soccorso fin dalle prime ore, scavando anche a mani nude per cercare di salvare chi era rimasto sotto le macerie.

Gli onori di casa sono stati fatti dal comandante Rosa d’Eliseo che, nel portare il suo saluto, ha voluto ringraziare, in modo particolare, i ragazzi delle scuole che hanno partecipato ai momenti formativi. Apprezzamento nelle parole del commissario prefettizio Giuseppe Priolo che ha definito i Vigili del fuoco: “una grande famiglia vivace ma coesa soprattutto durante le emergenze”. Il presidente della Provincia, Domenico Biancardi ha dichiarato che il territorio ha sempre bisogno dei Vigili del fuoco, non solo nelle grandi emergenze. La commozione ha rotto le parole della presidente del Consiglio regionale, Rosetta D’Amelio, che ha vissuto in prima persona la tragedia del 1980 e che ha visto da vicino il lavoro incessante delle squadre VVF.

Il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia ha ricordato che quando la terra trema si provoca uno scollamento, una ferita che grazie al lavoro di chi, come i Vigili del fuoco, presta soccorso riesce a rimarginarsi. I saluti istituzionali si sono conclusi con le parole del sottosegretario all’Interno, con delega ai VVF, Stefano Candiani che ha sottolineato: “oggi, tutta l’Italia si trova ad Avellino per celebrare un Corpo che non conosce confini prestando soccorso in qualsiasi condizione”.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori

L’Irpinia piange la scomparsa di Ciriaco Coscia, scomparso a soli 68 anni. Storico esponente del Pci in Irpinia e ad Read more

Crollano calcinacci da alcuni balconi a contrada Alvanite: paura e proteste tra i residenti. Foto

Per fortuna solo tanta paura per i residenti di Contrada Alvanite dopo il crollo di calcinacci da alcuni balconi.  Ieri Read more

Incrocio pericoloso ad Atripalda: ennesimo incidente stradale lungo via Gramsci

Ennesimo incidente stradale lungo via Gramsci ad Atripalda. Paura nel primo pomeriggio di ieri all’altezza del pericoloso incrocio che dà Read more

Lite tra vicini a contrada Alvanite, in corso il processo: la donna ha chiesto un risarcimento per minacce di morte

“Ti sgozzo, ti taglio la gola. Se salgo sopra ti butto giù dal balcone”. Sarebbero  queste,  secondo l’accusa formulata dalla Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *