alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

Tappa del M5S ad Atripalda, il senatore Grassi e la deputata Pallini assicurano: “stiamo segnando un cambiamento, oggi c’è una speranza nel Paese”. Foto

Pubblicato in data: 31/3/2019 alle ore:11:38 • Categoria: MoVimento 5 Stelle Grillo, Politica

Stiamo segnando un cambiamento, oggi c’è una speranza nel Paese”. Concetto condiviso dall’onorevole Maria Pallini e dal senatore Ugo Grassi intervenuti ieri pomeriggio ad Atripalda, durante la tappa del tour del MoVimento 5 Stelle. L’incontro, dal titolo “#SeLoDiciamoLoFacciamo”, punta ad informare la popolazione sugli ultimi sviluppi riguardanti i provvedimenti del Reddito di Cittadinanza e Quota 100.

“Finalmente sia il Reddito di cittadinanza che Quota 100, che consente di superare la legge Fornero, sono legge – ha spiegato la deputata Maria Pallini -. Quota 100 consentirà un ricambio e da novrembre negli enti pubblici saranno banditi i concorsi. Con il Reddito di cittadinanza abbiamo cercato di aiutare le persone più indifese e farle accedere nel mondo del lavoro. Le novità apportate sono maggiore sostegno ai nuclei familiari con disabili dove ci saranno tre proposte di lavoro entro i 100 km”.

La deputata avellinese ha illustrato i requisiti per accedere al Reddito di cittadinanza: “Ci hanno criticato, come il Pd, una parte  politica che voleva fare un referendum abrogativo. Mentre questo è l’unico Governo che consente ai cittadini di credere nello Stato. Che dà l’opportunità a tante persone. Siamo partiti con il Decreto dignità”. Snocciola dati sul raggiungimento degli obiettivi per il Reddito a tempo indeterminato. “ Con la formula Restiamo al Sud – prosegue – abbiamo concesso incentivi ai giovani. Questi sono piccoli passi che consentiranno all’Italia di risalire, è una speranza ai giovani dopo anni di malgoverno. I politici prima di noi che risultati hanno apportato? Questo mi chiedo sempre. Il Reddito di cittadinanza non è un uno strumento assistenzialista, ma una vera e propria manovra economica per il Paese”. Aiuti stanziati anche alle imprese assicura la deputata irpina.

Il senatore Ugo Grassi ha tenuto a sottolineare che: “Il Reddito di cittadinanza e Quota 100 non sono misure assistenziali ma delle forme di sostegno alle imprese e delle modalità per rimettere in moto l’economiaa mettendo in circolazione una quantità di denaro consentendo così agevolazioni alle aziende che assumono”. Alla votazione finale, conclude Grassi: “ci siamo emozionati. Siamo consapevoli che stiamo segnando un cambiamento. Misure che dovranno ancora produrre i propri effetti. Ci vuole tempo, ho sempre detto. Dove saremmo andati invece se avessimo seguito la strada dell’austerità mi chiedo? Oggi invece c’è una speranza di cambiamento”. Il senatore fa anche autocritica: “non siamo infallibili, oggi ci siamo messi al governo, da pochi mesi. Ma una cosa è certa, le nostre scelte sono dettate da onestà intellettuale nell’interesse del Paese”. Infine avverte i furbetti del Reddito di cittadinanza: “ci sono sanzioni severissime. Saremo senza pietà per chi agisce contro la collettività. Sul Redito di cittadinanza sono piovute accuse di assistenzialismo al Sud, ma la Lega si è ricreduta poi. Siamo alla vigilia di una svolta, il Paese  sta cambiando”.

Il convegno informativo si è svolto presso l’aula consiliare del Comune di Atripalda. In sala, tra il pubblico, a fare gli onori di casa il sindaco Geppino Spagnuolo e gli assessori Del Mauro e Palladino.

In avvio del confronto il saluto di Lello Marino del “Meetup Atripalda” che ha ripercorso l’impegno cittadino del movimento su tematiche come l’ambiente. Il sindaco di Chiusano ed ex assessore del comune di Avellino, Carmine De Angelis ha invece evidenziato, in apertura, nel suo intervento come: “queste sono forme di tutela democratica. Il Reddito di cittadinanza costituisce uno strumento utile che dovrà superare le luci e le ombre del Rei. C’è stata una risposta buona nelle domande anche se oggi si sta creando molta confusione”. I fondi da recuperare, secondo De Angelis, per il Reddito sono l’abrogazione degli enti strumentali inutili.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi)

Irpiniambiente ha pubblicato i dati della raccolta differenziata dei rifiuti relativa al 2019, passando in rassegna comune per comune riferisce Read more

La Giunta Spagnuolo approva il Rendiconto 2019 che chiude con un disavanzo peggiore del 2018 e il sindaco convoca il Consiglio comunale: rosso da 6 milioni di euro

La Giunta Spagnuolo approva il Rendiconto di gestione per l’esercizio 2019 che chiude con un disavanzo peggiore del 2018 e Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *