alpadesa
  
domenica 19 gennaio 2020
Flash news:   I residenti di Alvanite si incontrano per discutere sullo stato di fatto delle abitazioni e sul degrado della contrada di Atripalda Non si potrà più sostare di giorno e di notte in piazza Tempio Maggiore  ad Atripalda: firmata l’ordinanza del Comando di Polizia municipale Bertolo è un nuovo giocatore dell’Us Avellino “Guardando dentro e fuori di noi” il calendario testamento di Peppino Pennella La Co.Vi.So.C. sblocca il mercato dell’Avellino Calcio Truffa all’Inps, false assunzioni ed evasione: cinque arresti a Benevento. Indagati anche ad Atripalda Omicidio De Cristoforo, Luigi Viesto condannato a dieci anni di reclusione Inquinamento ad Atripalda, l’attivista del M5s Federico Giliberti chiede centraline fisse per monitorare la qualità dell’aria Dolore e lacrime nel giorno dell’addio al docente, scrittore e poeta Goffredo Napoletano Da domani attivi tre nuovi autovelox sul raccordo Avellino-Salerno: uno in territorio Atripalda

Maggio: il ciclismo locale da un impresa all’altra

Pubblicato in data: 14/5/2019 alle ore:19:00 • Categoria: Sport, CiclismoStampa Articolo

Se ad Aprile il ciclismo atripaldese aveva fatto segnare l’impresa nel mondo delle randonnè a firma del Circolo Amatori della Bici con il completamento della epica 400 km di Maratea, Maggio non si è aperto diversamente, anzi, se possibile, si sono aggiunte altre pagine al libro del ciclismo locale, nelle sue forme più disparate… Ma andiamo con ordine.

Mentre le ruote veloci del sodalizio atripaldese caro al decano Sigismondo Alvino scaldano le ruote nelle prime corse di primavera, il gruppo dei Randagi non si fa mancare nulla in vista della manifestazione di casa, in programma il prossimo 7 luglio.

Rispettivamente in quel di Castel Morrone, Latina, Ceprano, Apice e Cassino si sono fatti rispettare gli atleti irpini Basile, De Pascale, Frongillo, Pescatore, Reppucci, Scarsella e Terrazzano che hanno sgomitato e combattuto con le ruote più veloci del centro-sud Italia, piazzandosi per ora mediamente nella pancia del gruppo principale e sfiorando il podio di categoria con l’atleta serinese Simone Scarsella in quel di Cassino.

Maggio poi è iniziato all’insegna della Granfondo 100km di Ischia dove ancora una volta Celestino Basile, Antonio De Pascale ed Alex Frongillo si sono fatti ben valere in mezzo a 500 ciclisti provenienti da ogni parte d’Italia e non solo.

Ma proprio mentre si preparavano le operazioni di imbarco per l’isola verde, un altro manipolo di ciclisti giallo fluo si accingeva a compiere l’impresa: percorrere 600 km in bici tutti d’un soffio! Il percorso della Randonnè Reale prevedeva la partenza dalla Reggia di Carditello, attraversando i paesi dell’Aversano fino a Lago Patria, Bacoli e Monte di Procida, giungendo a Napoli, il tutto sotto una pioggia battente ed a tratti torrenziale. Successivamente da Castellammare si è giunti a Sorrento, salendo per Massa Lubrense e ridiscendendo per Sorrento fino a Salerno godendo delle bellezze paesaggistiche delle due Costiere. Dal capoluogo salernitano si è poi puntato verso l’Irpinia che ha accolto gli infreddoliti randagi nella sede del Circolo Amatori della Bici con un ristoro caldo a sera oramai inoltrata. L’accoglieza tipicamente irpina della location giallo-fluo e la qualità delle vivande sono state diffusamente apprezzate dalle centinaia di ciclisti che vi hanno transitato.

Dopo un po’, a notte inoltrata, si e ripartiti verso Benevento, attraversando Telese e giungendo a Castel di Sasso alle 5 di domenica mattina. Il giorno festivo si è aperto con la visione della Reggia di Caserta e dell’Acquesdotto Carolino. Una breve sosta ed ancora via in direzione di Pietravairano e Rocchetta e Croce per giungere finalmente la dove tutto era iniziato 40 ore prima.

Con questa epica impresa Antonello Amatucci, Antonio De Cicco, Domenico Giaquinta, Nicola Pastore e Gerardo Visconti hanno raggiunto l’obiettivo di essere selezionati per la Nazionale Italiana Randonnè preludio per la conquista del Rando Tour Campania

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *