alpadesa
  
Flash news:   Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi Nozze d’oro Nappa-Santella, auguri

Perizia psichiatrica per giovane atripaldese imputato di spaccio

Pubblicato in data: 7/6/2019 alle ore:18:03 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Il Gip del Tribunale di Avellino, dr. Marcello Rotondi.  ha disposto una perizia psichiatrica per un giovane atripaldese imputato per spaccio di marijuana in concorso con un altro giovane ventisettenne sempre residente nella cittadina del Sabato.
Il pubblico ministero, dott. Fabio Massimo Del Mauro,  nel corso dell’udienza che si è celebrata giorni fa ha chiesto il rinvio a giudizio per entrambi gli atripaldesi accusati di aver ceduto 4 dosi di marijuana ad un uomo di Montemiletto.
I  fatti risalgono al marzo 2018, quando i Carabinieri di Atripalda fermarono un uomo in possesso di  una bustina contenente marijuana. L’uomo fermato dichiarò ai militari di aver acquistato poco prima la droga nei pressi di piazza Umberto I  da due ragazzi del posto poi identificati in caserma tramite riconoscimento fotografico. il ventisettenne e il ventottenne atripaldesi furono denunciati a piede libero per spaccio di stupefacenti.
La difesa del ventottenne ha esibito al giudice dei certificati medici rilasciati dall’Asl di Atripalda attestanti lo stato di invalidità mentale e il certificato di inabilità totale al lavoro a causa di patologie legate allo stato di salute mentale rilasciato dalla commissione medica legale Inps di Avellino, chiedendo che si disponesse una perizia psichiatrica ai fini di valutare la capacità di intendere e di volere al momento del fatto del giovane e la sua capacità di stare in giudizio.
I difensori del ventisettenne, gli avvocati Gerardo De Vinco e Sabino Rotondi, hanno sostenuto in discussione la estraneità del proprio assistito ai fatti contestati e in particolare la insussistenza del concorso nel reato di spaccio, insistendo affinché si accertasse la infermità mentale dell’altro giovane coimputato.
Il Gip ha accolto le richieste dei difensori ed ha deciso di non rinviare a giudizio i due giovani nominando un consulente tecnico  che effettuerà una perizia psichiatrica per il giovane atripaldese di ventotto anni.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *