alpadesa
  
domenica 16 giugno 2019
Flash news:   Abellinum Pride, marcia arcobaleno di festa e denuncia: sfilano in duemila. Il sindaco di Atripalda: «un passo in avanti per abbattere i muri della solitudine e dell’indifferenza». FOTOSERVIZIO Abellinum Pride, le madrine Eva Grimaldi e Imma Battaglia: «ci vuole coraggio in provincia, siamo qui per far progredire il nostro Paese dove manca una legge contro l’omofobia». FOTO Atripalda Volleyball, a lavoro per programmare la prossima stagione di serie B Scontro in Consiglio sul Rendiconto 2018 in rosso, sindaco nel mirino dell’opposizione. Mazzariello: “rimetta la delega sul Bilancio” e Landi: “ennessima diffida prefettizia che danneggia l’immagine dell’Ente mentre primo cittadino e assessore Urciuoli nei comuni di dipendenza lavorano per non prenderne”. FOTO Cambio di denominazione societaria: da Calcio Avellino SSD a.r.l a Unione Sportiva Avellino 1912 s.r.l. Alla festa di Sant’Antonio appare un topo in piazza Umberto. FOTO Tanti fedeli ieri alla processione di Sant’Antonio dopo l’omelia del parroco “barricadero” Don Fabio. Stasera sul palco bottari e il comico Giuffrida. FOTO Chiudono negozi per la crisi e protestano i residenti, piazza Cassese a rischio desertificazione Consegnate le onorificenze al Merito della Repubblica, anche Atripalda premiata Così non va – Buche, dislivelli e asfalto colabrodo in via Scandone, via Di Ruggiero e via Capozzi. FOTO

Venerdì sera resa dei conti in Consiglio sul Bilancio in rosso del Comune

Pubblicato in data: 11/6/2019 alle ore:06:00 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Sarà resa dei conti in Consiglio comunale sul bilancio in rosso al Comune di Atripalda. Approda venerdì sera in aula il Rendiconto di gestione 2018 che registra un disavanzo di amministrazione pari a 1.767.831,52 euro e che punta ad essere risanato con gli incassi da autovelox nonostante le numerose sentenze di accoglimento dei ricorsi emesse dal Giudice di Pace di Avellino e la condanna dell’Ente anche al pagamento delle spese legali.
Uno schema contabile finito inoltre al centro della diffida prefettizia (dopo quella già incassata dall’Amministrazione Spagnuolo sul Previsionale 2019) per la mancata approvazione nei termine di legge.
Il rendiconto 2018 chiude con un risultato di amministrazione pari a 9.741.703,02 euro, che, per effetto degli accantonamenti e vincoli al 31 dicembre 2018 (rappresenta un disponibile negativo di  -8.774.976,4 euro) che, rapportato con il debito programmato per effetto dei due Piani di rientro in corso determina, al 31 dicembre del 2018, un disavanzo di amministrazione di 1.767.831,52 euro. Un risanamento che passerà, gioco forza, attraverso gli incassi derivanti dalle multe elevate con l’autovelox installato sulla Variante 7bis e stimati per il 2019 a 5.750.000 euro. Incassi sui quali però pende la spada di Damocle dei ricorsi accolti dal Giudice di Pace del Tribunale di Avellino sui verbali di contravvenzione con gli avvocati dei ricorrenti che hanno incominciato a bussare al portone di Palazzo di città per ottenere il rimborso delle spese di giudizio, così come da sentenza del giudice.
Ben otto i punti all’ordine del giorno del parlamentino cittadino convocato per le ore 19 tra debiti fuori bilancio e ripiano del disavanzo. Arriva in aula anche il regolamento sulla Videosorveglianza, l’aggiornamento al Programma Triennale delle Opere Pubbliche e il Disciplinare per l’adozione di azioni congiunte volte al miglioramento della qualità dell’aria nei comuni ricadenti l’area urbana di Avellino.
«Si parte dai due piani di rientro uno di oltre 6 milioni di euro e uno di 2 milioni e 700mila euro per il disavanzo 2016 – aveva spiegato nel’ultimo consiglio comunale di approvazione del previsionale il sindaco Geppino Spagnuolo – . Negli ultimi tempi ci sono stati ulteriori situazioni che complicano il futuro come la sentenza della Corte d’Appello di Napoli per un milione e 400mila euro per gli espropri effettuati a via San Lorenzo per realizzare il Centro Pmi e l’altro elemento che ci crea preoccupazione la cancellazione delle cartelle esattoriali per importi inferiori a mille euro che incide sui residui dell’ente senza alcuna misura di ristoro per gli enti locali».
Questi due aspetti saranno trattati con due distinti punti dal Consiglio.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *