alpadesa
  
sabato 25 gennaio 2020
Flash news:   Avellino, arriva il portiere Andrea Dini I volontari dell’Associazione Alvanite al fianco dei pazienti dell’Hospice di Solofra Arrestato Vincenzo Schiavone proprietario della Clinica Santa Rita Nuovo main sponsor per la squadra di ciclismo A.S. Civitas di Atripalda Lo chef Alfredo Iannaccone alla ricerca di nuovi sapori Oggi 24 gennaio si festeggia San Francesco di Sales patrono dei giornalisti Incidente sotto la galleria del Monte Pergola: due feriti A Catania lupi sconfitti per 3-1 “Alvanite Quartiere Laboratorio”, l’Amministrazione affida incarico professionale per adeguare il progetto alla variata normativa energetica Vittoria in trasferta per la Scandone: battuta per 71-82 la Stella Azzurra Roma

Litiga con il vicino e gli spara con una carabina ad aria compressa: 28enne denunciato dai Carabinieri di Atripalda

Pubblicato in data: 12/6/2019 alle ore:13:42 • Categoria: CulturaStampa Articolo

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 28enne del posto ritenuto responsabile di Lesioni personali.

Il predetto, all’alba di ieri, con una carabina ad aria compressa di libera vendita, avrebbe sparato ad un 50enne, provocandogli una lieve ferita al polpaccio.

L’immediata attività condotta dai Carabinieri permetteva di risalire ai verosimili motivi del gesto riconducibile a dissidi tra le parti per questioni di vicinato.

Alla luce delle evidenze emerse, per il giovane è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

La carabina è stata sottoposta a sequestro.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *