alpadesa
  
Flash news:   Videosorveglianza ad Atripalda, l’associazione “La Verde Collina” incalza l’Amministrazione per installare telecamere nelle contrade rurali Spaccio di droga ad Atripalda, imputato ventottenne dichiarato capace di intendere e di volere e rinviato a giudizio insieme ad un coetaneo Il senatore Ugo Grassi lascia il M5S e passa alla Lega Si rinnova domani l’appuntamento con la tradizione centenaria dei Cicci di Santa Lucia Futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità di Atripalda, parla il sindaco Spagnuolo: «L’iniziativa è a favore dei più bisognosi e si farà utilizzando solo pochi locali. Ringrazio la Fondazione. Come Comune assicureremo attività di controllo e monitoraggio» Giorgia Casaburi e Pasquale Piscitelli vice campioni italiani 2019 di Taekwondo L’associazione di promozione sociale “L’Argine APS” in campo con una raccolta di beni per i detenuti Il futuro dell’ex convento di Santa Maria della Purità ad Atripalda accende il dibattito in città Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone L’ex sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo nominato amministratore unico di ACS

L’attrice atripaldese Federica Sarno protagonista del film “Picciridda” in concorso al “Taormina Film Fest 2019”

Pubblicato in data: 5/7/2019 alle ore:09:17 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Un po’ di Atripalda protagonista al Taormina Film Fest 2019. L’attrice atripaldese Federica Sarno sarà protagonista del film “Picciridda” diretto da Paolo Licata. Federica in questo film svolge il ruolo di protagonista da grande in quanto nel film c’è anche una bambina che ha il ruolo di protagonista da piccola. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Catena Fiorello, ambientato a Favignana. Nel cast della pellicola troviamo oltre a Federica Sarno troviamo Lucia Sardo, Ileana Rigano, Marta Castiglia, Katia Greco e Tania Bambaci. Federica è atripaldese e vive tra Roma e Parigi ed è un vero e proprio orgoglio non solo per atripalda ma per tutta l’irpinia.

Esaminando il fenomeno dell’”emigrazione passiva”, Picciridda narra la storia di Lucia, una bambina di 10 anni i cui genitori decidono di emigrare in Francia alla fine degli anni ’60, lasciandola in Sicilia con nonna Maria, una donna rigida e anaffettiva, incapace di manifestare i propri sentimenti a causa dei traumi e delle delusioni che la vita le ha procurato.
Col passare dei mesi l’esistenza di Lucia si popola di persone e affetti. La curiosità la spinge verso gli uomini, un mondo misterioso da cui stare alla larga (come dice la nonna) o tutto da scoprire (come pensa Lucia). Uno di loro nasconde un terribile segreto sul quale Lucia non smette di indagare, anche a costo di mettersi nei guai. In un contesto sociale spietato, la piccola protagonista paga un prezzo molto alto, ma continua a lottare con tutte le forze per uscirne fuori con dignità e ottimismo.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *