alpadesa
  
sabato 19 ottobre 2019
Flash news:   Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto Mister Eziolino Capuano si presenta: «Sogno la Serie B con i lupi» Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta

Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO

Pubblicato in data: 7/8/2019 alle ore:07:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Ampliamento della strada comunale Atripalda –Sorbo Serpico, rifacimento della pavimentazione rovinata di piazza Umberto e altri interventi dal centro alla periferia. Ad annunciarli sulla propria pagina di Facebook è il delegato ai Lavori Pubblici, Salvatore Antonacci, con tanto di foto.
Si parte dall’ampliamento della strada rurale intercomunale per la quale giorni fa si è tenuta anche un riunione di presentazione del progetto esecutivo dei lavori per il potenziamento e la messa in sicurezza.
Un incontro alla presenza del sindaco Giuseppe Spagnuolo: «ampliamento strada comunale Atripalda-Sorbo Serpico, riunione conoscitiva progettuale alla presenza del sindaco..Scegliamo Atripalda!» ribadendo così il delegato nel post l’impegno della lista che ha portato l’Amministrazione alla guida di Palazzo di città.
Un intervento per il quale ha preso già il via il picchettamento dell’arteria.
Prosegue intanto in piazza Umberto il cantiere mobile per la sistemazione della pavimentazione. Un intervento per riportare all’antico splendore la pavimentazione rovinata. L’isola pedonale dello slargo principe della città, da tempo presentava un lastricato saltato in più punti che creava un vero e proprio percorso ad ostacoli e un pericolo per gli amanti della passeggiata ed ora è interessata da settimane dai lavori che hanno visto concludersi anche il terzo step tanto atteso dai cittadini che nei mesi scorsi denunciavano lo stato di pericolosità e abbandono della pavimentazione saltata in più punti. Ora si attende anche la messa in funzione di nuovo della fontana collocata sotto il monumento ai caduti, che non funziona da mesi a seguito del guasto all’impianto.
Altra piazza, alto intervento. Sistemata la panchina di piazzetta Garibaldi vandalizzata nei giorni scorsi e le cui foto, postate su Facebook, avevano sollevato preoccupazione e sdegno sui social da parte di molti cittadini.
Altra zona, altro cantiere. L’Utc è dovuto nuovamente intervenire in via Appia, all’altezza del civico 142, dove sono partiti i lavori di scavo a seguito del secondo cedimento della sede stradale. Emessa anche dal III° settore, Area Vigilanza di Palazzo di città, un’ordinanza di divieto di sosta per consentire la regolare viabilità veicolare, con senso unico alternato di marcia disciplinato da semaforo.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *