alpadesa
  
Flash news:   Domenico Airoma a capo della procura della Repubblica di Avellino Riapertura scuole in Campania, il Tar ordina: Primaria in classe da domani Stufa a Gpl prende fuoco ad Atripalda, i Vigili del fuoco evitano il peggio Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, la Giunta Spagnuolo fissa gli impegni di spesa per i due progetti di riqualificazione e risanamento idrogeologico ad Atripalda Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda Biblioteca comunale ancora chiusa, “Idea Atripalda” incalza l’Amministrazione Spagnuolo Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta

Incendio a Pianodardine: evacuata la zona, nube tossica nell’aria. Il prefetto dichiara lo stato di emergenza: si invita a restare a casa e tenere le finestre chiuse. FOTO

Pubblicato in data: 13/9/2019 alle ore:16:01 • Categoria: Cronaca

L’incendio a Pianodardine ha interessato un’azienda del nucleo industriale,  la ICS (Industria Composti Stampati) che produce contenitori in plastica per batterie automobilistiche. Le fiamme sono divampate poco dopo le 13.30 nel piazzale esterno all’azienda dove erano state stoccate le produzioni. Poi le fiamme hanno distrutto anche il capannone. I vigili del fuoco hanno circoscritto l’incendio. Grazie ad un grande lavoro, i pompieri hanno evitato che le fiamme investissero la pompa di benzina Esso di Baratta, attigua allo stabilimento, con conseguenze tragiche. Un’alta nube tossica di coloro nero si è diffusa nell’aria. L’area è stata isolata dalle forze dell’ordine. Sul posto anche l’Arpac e la Procura di Avellino.

Il prefetto di Avellino, Maria Tirone, ha convocato il Centro coordinamento soccorsi per fronteggiare eventuali emergenze provocate dall’inquinamento e ha dichiarato lo stato di emergenza invitando i comuni limitrofi, circa una ventina di comuni, a tenere porte e finestre chiuse e a non uscire di casa.

Anche Il sindaco di Atripalda, a titolo precauzionale, ha invitato la comunità atripaldese a restare in casa e a tenere le finestre chiuse.

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *