- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Ripartono i disagi al passaggio a livello di via Appia ad Atripalda con la riapertura della stazione ferroviaria di Avellino. Foto

Ripartono i disagi al passaggio a livello di via Appia ad Atripalda con la riapertura della stazione ferroviaria di Avellino. La ripresa delle corse dei treni lungo la tratta Avellino-Salerno sta ricreando nella cittadina del Sabato lunghe code di auto. Lunedì scorso,verso le sei di mattina, semaforo rosso e sbarre abbassate per oltre 25 minuti costringendo quasi tutti gli automobilisti che si stavano recando a lavoro a doversi girare per percorre strade alternative.

Disagi che gli automobilisti temono possano aumentare con il potenziamento delle corse attese nello scalo avellinese della Ferrovia.
L’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo da mesi ha presentato  in Regione una richiesta di soppressione avviando un confronto con i dirigenti e tecnici di Palazzo Santa Lucia e quelli di Trenitalia. Un’azione avviata lo scorso gennaio. «Al tavolo abbiamo rappresentato questa esigenza – spiegò allora il primo cittadino e e l’importanza strategica dell’intervento illustrando anche una sorta di ipotesi tecnica preliminare». Già lo scorso anno come Area Vasta fu presentata un prima richiesta di incontro che non aveva però sortito esito positivo.
Proprio l’elettrificazione della tratta tra Avellino e Salerno, che incrementerà il transito dei treni, sta preoccupando non poco gli automobilisti e lo stesso Comune del Sabato. La particolarità del passaggio a livello di via Appia, in prossimità dell’imbocco del raccordo Av-Sa e in una zona urbana, crea non pochi disagi.
Da qui l’idea di sopprimere il passaggio a livello, facendo transitare tutti i treni lungo la linea aerea che passa sul ponte in ferro sopraelevato alla strada, smistando solo dopo l’intersezione con via Appia la linea per Salerno. Il costo dell’intervento sarebbe finanziato dalla Regione Campania e Ferrovie dello Stato.
Allo stato è un intervento ancora non previsto dalla Ferrovie dello Stato e dalla Regione ma è in corso una progettazione preliminare.
Un intervento di importanza strategica perché non solo consentirebbe di risparmiare decine di muniti ogni giorno per le code che si creano quando il passaggio a livello è in funzione  ma anche migliorando la qualità di vita e dell’aria nel quartiere.
L’idea a cui si lavora è che al posto del passaggio a livello sia realizzato un percorso ciclopedonale che conduca alla stazione di Avellino. Una soluzione che potrebbe abbattere i disagi legati alla elettrificazione della linea  Avellino – Salerno che in prospettiva vedrà incrementare il numero di treni che passeranno per questa tratta.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts