alpadesa
  
Flash news:   Inchiesta scuole, incontro informativo dell’Amministrazione venerdì sera in Sala Consiliare Testimonianza di una teste chiave durante un processo: «Ho paura per mio figlio piccolo che possa farsi male durante le continue risse condominiali ad Alvanite» Addio a Lello De Masi nel ricordo di Lello La Sala. Il cordoglio di Atripaldanews “Concerto in ricordo di Loredana” domenica nella chiesa di S.Maria delle Grazie ad Atripalda I Socialisti di Atripalda aprono la sezione in città e avviano il confronto con le forze politiche sul territorio Ordinanza per regolamentare l’accensione dei fuochi per smaltire i residui vegetali: ecco le prescrizioni da seguire. Multe in caso di inosservanza Lavori abusivi eseguiti in fondo archeologico di Atripalda, due persone denunciate dai Carabinieri Forestale Atripalda Volley, partenza lanciata: battuta 3 a 1 la Sacs a Napoli Giovedì 31 ottobre IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO

Parcheggio a pagamento all’Asl di Atripalda, parla l’avvocato Altavilla

Pubblicato in data: 4/10/2019 alle ore:07:00 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

È trascorso più di un anno dalla trasformazione da libero a pagamento del parcheggio antistante il presidio Asl di Atripalda in via Manfredi, tutti i dubbi e le perplessità sollevate in tutti questi mesi sulla tariffa e sui posti ad uso pubblico non sono state minimamente fugate dall’amministrazione comunale, anzi, il silenzio assordante degli organi competenti mina la fiducia dei cittadini ed aumenta la loro percezione di subire un sopruso. Massimo Bimonte, associazione Primavera Irpinia; Edoardo Barbato,  sindacato USB; avv. Nicola Zinzi e MaryDin Mazzarella, associazione Forza dei Consumatori; denunciano con forza, e per l’ennesima volta, la situazione di stallo che si è venuta a creare e che nemmeno la richiesta di un parere pro-veritate, tramite  la delibera della giunta comunale n° 187 del 25 ottobre 2018, è riuscita a smuovere, poiché, tale parere non è mai arrivato. Un altro aspetto è del tutto inspiegabile, ossia, il mancato esercizio del secondo comma dell’articolo n. 11 della convenzione stipulata dal comune. In poco più di un anno, solo per il giorno dei defunti 2018 è stata chiesta l’apertura del parcheggio, dietro sollecitazioni delle predette associazioni. Nelle parole dell’avvocato Roberto Altavilla, a cui le scriventi hanno dato mandato per la tutela dell’interesse dei cittadini, il punto della situazione: “A tutt’oggi, inspiegabilmente, il comune di Atripalda in persona del sindaco Giuseppe Spagnuolo non ha dato alcun riscontro alla richiesta effettuata dalle associazioni e organizzazioni presenti su territorio, formulata nell’interesse dei cittadini. Ciò,  nonostante svariati solleciti, delle stesse, e da ultimo richiesta da parte del sottoscritto. Il tutto è rimasto inevaso,  rappresentando la palese manifestazione del fondamento della sfiducia dei cittadini nelle istituzioni. Alcun riscontro è stato dato, si ripete, neppure individuando un termine temporale per il legale incaricato, dal comune di Atripalda,  al fine di rendere un parere a fronte di compenso determinato,  in merito alle richieste formulate. L’occasione del presente intervento ci dà la possibilità di invitare nuovamente chi di dovere ad attivarsi per evadere le richieste formulate, nel rispetto dei diritti dei cittadini e dei doveri degli amministratori, cosi evitando ulteriori future iniziative, che saranno inevitabili”.

Comunicato stampa

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *