- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Chiude il cimitero di lunedì e all’Ufficio Anagrafe arriva ex dipendente pensionata, il sindaco risponde alle polemiche: “scelte legate alla carenza di personale”

Chiude di lunedì al pubblico il cimitero di Atripalda per carenza del personale e all’Ufficio Anagrafe arriva una ex dipendente del Comune di Avellino andata in pensione e scoppiano le polemiche in città. Sta facendo discutere la doppia scelta assunta dall’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo di ridefinire gli orari di apertura del cimitero, fissando come turno di riposo settimanale il lunedì e di affidare per un anno l’incarico di collaborazione al Servizio Demografico di Palazzo di città all’ex responsabile del Servizio civile del Comune di Avellino, andata in pensione per raggiunti limiti di età.
A spiegare e difendere le due scelte è lo stesso Giuseppe Spagnuolo; «In un momento di carenza di personale diffusa che sta vivendo anche il comune di Atripalda,  accentuata negli ultimi mesi dall’accelerazione dei pensionamenti con Quota 100, abbiamo dovuto optare per la scelta di razionalizzare il personale che abbiamo e i servizi che vengono erogati nelle more di nuovi assunzioni. In questo discorso generale c’è anche la questione della gestione dei custodi del cimitero a cui non riusciamo a dare il cambio con altri operai proprio per questa carenza in organico e per questo abbiamo adottato una misura che se guardiamo ad altre realtà non è straordinaria. Una chiusura al pubblico per un solo giorno alla settimana, il lunedì. E’ evidente che quando verrà messo in atto il piano di assunzione triennale anche questa misura potrà essere rivista. Ma per razionalizzare l’utilizzo del personale è utile questa chiusura. Naturalmente quando sarà necessario il cimitero sarà usufruibile al pubblico anche di lunedì».
Sull’incarico conferito all’Ufficio Anagrafe all’ex dipendente pensionata del comune di Avellino Carmela Tomeo, il primo cittadino chiarisce: «L’ottica è la stessa, per far fronte alla carenza diffusa di personale abbiamo messo in campo un piano di assunzioni attingendo in maniera corposa dal concorso che sta svolgendo la Regione Campania. E’ con questo che daremo risposta alle nostre esigenze e offriremo opportunità di lavoro ai giovani a tempo pieno. Però nelle more che si realizzerà questo concorso se riscontriamo qualche possibilità di incarico a tempo determinato per qualche unità lavorativa ovviamente la prendiamo al volo nell’ottica di migliorare l’efficienza del Comune. In questo ambito abbiamo riscontrato la disponibilità di questa dipendente a lavorare per un anno a titolo completamente gratuito, senza neanche rimborso spese, offrendoci una prestazione lavorativa qualificata. Risolve una carenza temporanea fin quando non maturano le procedure concorsuali che sono la vera occasione per entrare nel mondo del lavoro della pubblica amministrazione. Una prestazione che non può essere sostituita da giovani perché non è retribuita e perché per lavorare al comune si accede o con concorso  o mobilità, due strade che abbiamo attivato».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts