alpadesa
  
Flash news:   Secondo contagio ad Atripalda, il sindaco: “invito l’intera comunità ad osservare le misure per la prevenzione e il contrasto al covid-19” Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora rumena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda

L’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda aderisce all’edizione 2019 della “EU Code Week”

Pubblicato in data: 9/10/2019 alle ore:08:00 • Categoria: Cultura

L’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda aderisce all’edizione 2019 della “EU Code Week”, la settimana della programmazione voluta dalla Commissione Europea per stimolare i ragazzi delle scuole comunitarie ad approcciarsi all’alfabetizzazione digitale. L’evento, dedicato alla programmazione di base si terrà in questo mese.
«Dal 5 al 20 ottobre 2019 si tiene l’edizione 2019 della EU Code Week, la settimana della programmazione voluta dalla Commissione Europea a partire dal 2013 – illustra il dirigente scolastico, professoressa Amalia Carbone -, per stimolare i ragazzi delle scuole comunitarie ad approcciare l’alfabetizzazione digitale e la programmazione in modo divertente e coinvolgente. Sul sito sviluppato per gli insegnanti e i ragazzi sono disponibili risorse informative, tutorial video e vari materiali per prepararsi a partecipare agli eventi.

Per esempio, nella sezione “Learning Bits” sono online lezioni video preconfezionate che i docenti possono usare per proporre la programmazione e il pensiero logico nelle loro classi, nonché esercizi da svolgere e consigli pratici su come organizzare le attività. L’obiettivo generale è fare in modo che anche chi non ha una preparazione specifica possa portare nelle classi l’alfabetizzazione digitale di base – che nella nostra epoca è una competenza vitale. Maggiori informazioni e materiali sulla pagina ufficiale di CodeWeek italia. Gli studenti di oggi sono mediamente già utenti esperti, quello che occorre loro non è imparare a usare un dispositivo hi-tech, ma che cosa c’è dietro. Come si compone l’immagine visualizzata sullo schermo dello smartphone, qual è il ruolo dell’Intelligenza Artificiale nei prodotti che usano quotidianamente, eccetera. La EU Code Week serve proprio a questo: per imparare a creare semplici app, a comandare un robot o ad analizzare dati con strumenti facili da usare».

Negli scorsi anni il progetto si è rilevato un grande successo in termini di numeri. In sei anni il numero dei partecipanti è cresciuto da 10.000 a 2,74 milioni, con età media di 12 anni. Lo scorso anno gli eventi legati all’iniziativa sono stati 43.657, e hanno coinvolto oltre il 10% delle scuole europee. L’Italia è stato il paese più attivo con oltre 20.000 attività.

«Il commissario europeo per l’economia e la società digitale Mariya Gabriel ha dichiarato che “solo lavorando con le giovani generazioni e dando loro abbastanza opportunità per prepararsi per i loro progetti futuri, l’Europa nel suo complesso avrà successo nella corsa globale al digitale. Il nostro obiettivo è di coinvolgere almeno la metà di tutte le scuole europee entro l’edizione 2020, quindi incoraggio quanti più organizzatori possibile a partecipare” – conclude il ds -. Buon Coding a tutti».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda

Il prossimo 1 agosto avrà inizio e si protrarrà fino a settembre la prestigiosa ed ormai collaudata Rassegna di Musica Read more

“Irpinia, alle radici di un viaggio”, il racconto della giornalista Barbara Ciarcia tra i borghi di frontiera

Ci sono molte formule per dichiarare l'amore alla propria terra senza scadere nella retorica melensa, d'accatto. La più efficace però Read more

Festeggiamenti Maria Santissima del Carmelo, l’atto di affidamento di Atripalda alla Madonna scritto da Don Ranieri

In piena Pandemia, mercoledì 18 marzo 2020, Don Ranieri Picone (Foto di Oscar Maiello), Parroco di Santa Maria del Carmine, fece deporre, sotto Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *