alpadesa
  
Flash news:   L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città

“Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto

Pubblicato in data: 16/10/2019 alle ore:09:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

“Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli messi a dimora in Piazzetta degli Artisti ad Atripalda al posto di quello rubato nel mese di settembre in occasione dell’adesione del Comune del Sabato alla difesa delle foreste in Amazzonia. L’iniziativa organizzata dalle associazioni “Apple Pie” e Laika con il patrocinio del Comune del Sabato nasce dalla volontà di far rivivere spazi cittadini e combattere l’inciviltà diffusa.  «Al seguito della riunione del 3 ottobre con i diversi attori presenti abbiamo deciso di riorganizzare la piantumazione in Piazzetta degli Artisti – spiegano le due associazioni -. La voglia di riparare al gesto incivile verificatosi nelle scorse settimane è accompagnata dalla necessità che abbiamo di coinvolgere tutti coloro che vivono questi luoghi e che sentono l’esigenza di far rivivere gli spazi cittadini. Atripalda, come altre realtà della provincia di Avellino, è ricca di spazi e potenzialità su cui riaccendere l’attenzione e ricreare processi rigenerativi. Per questo abbiamo deciso di coinvolgere progressivamente tutti i luoghi che richiedono una maggiore attenzione di tutti coloro che vivono la realtà e abbiamo deciso di cominciare proprio dalla Piazzetta per dare un valore simbolico di ripartenza».
All’appuntamento di domenica scorsa presenti il sindaco Giuseppe Spagnuolo, la delegata al Verde pubblico Anna De Venezia, l’assessore alle politiche sociali Nancy Palladino, il delegato all’Ambiente Costantino Pesca e il presidente della Pro Loco di Atripalda Lello Labate.
«Per un alberello trafugato ne mettiamo a dimora altri 5, tutti insieme, associazioni, cittadini indignati amanti del verde ed istituzioni – commenta la delegata al Verde, Anna De Venezia -. Questa è stata la nostra risposta un mese dopo il furto. Questo il nostro No al mancato senso civico che puntualmente si ripete. Da un gesto davvero poco nobile nasce quello meraviglioso che ha visto cittadini donare piante. Mi auguro solo che il “piccolo albero” abbia trovato un buon luogo dove crescere. Vorremmo continuare su questa strada, perché al di là del verde che dobbiamo proteggere, c’è da potenziarlo sicuramente con gli alberi che stiamo piantando per i nuovi nati. Per i nati del 2018 sono stati piantati 73 nuovi alberi, ora nel 2020 pianteremo quelli per i nati nel 2019».
L’assessore alle Politiche Sociali e presidente del Consorzio dei Servizi Sociali A5, Nancy Palladino infine: «abbiamo voluto così rispondere, piantando cinque nuovi alberelli, al gesto brutto fatto da qualche ignoto che aveva rubato l’alberello piantato lo scorso 7 settembre in occasione dell’adesione del comune di Atripalda all’appello a difesa delle foreste che stavano bruciando in Amazzonia. Un gesto molto antipatico perché in qualche modo ha violato la voglia della comunità di aderire, anche se idealmente, ad una mobilitazione mondiale a difesa della natura. La comunità si era ritrovata quel 7 settembre a piantare in maniera simbolica quell’alberello e rubarlo è stato un gesto che ha indignato l’intera città. Per cui dopo un’assemblea pubblica, si è deciso di rifare la piantumazione. E la comunità si è ritrovata. Piantare insieme e avere la cura dell’albero significa effettivamente sentirsi parte di una comunità che non distrugge ma cura appunto. Speriamo che da questo bel pomeriggio che abbiamo passato insieme con i cittadini e le associazioni possa nascere un nuovo percorso di partecipazione e di facciamo comunità».

 

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *