alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

L’Avellino cede anche a Catanzaro: seconda sconfitta per Capuano

Pubblicato in data: 3/11/2019 alle ore:15:12 • Categoria: Avellino Calcio

Seconda sconfitta consecutiva per mister Eziolino Capuano. Finisce sul 3 a 1 la sfida tra Catanzaro e Avellino. Al 23′  Favalli porta in vantaggio i padroni di casa  con un tiro a porta vuota. Raddoppio  al 28′ con un colpo di testa di Nicastro. Al 44′ l’Avellino riapre il match: a segno Di Paolantonio. Nel secondo tempo (76′) tris del Catanzaro con Kanoute.

I lupi si presentano alla delicata trasferta di Catanzaro privi di capitan Morero (il cui ritorno è previsto per la gara di lunedì con il Potenza) e di Tommaso Carbonelli, bloccato da un sintomo influenzale a poche ore dalla partenza. I biancoverdi si schierano così con Zullo, Laezza e Illanes sulla linea dei difensori e l’inedita coppia Charpentier-Micovschi sul fronte offensivo. Il giovane talento di proprietà del Genoa è il primo a rendersi veramente pericoloso: al 22′ il rumeno centra in pieno l’incrocio dei pali con un gran tiro propiziato da un lavoro di sponda di Charpentier.

Goal sbagliato e goal subito per l’Avellino: al 24′ favalli ribadisce in rete una palla ribattuta prima da Abibi su tiro di Tascone e poi da Zullo sul successivo tentativo di tap in di Kanoute.

Dopo pochi minuti il Catanzaro trova anche il 2-0:  è nicastro a colpire di testa ed insaccare un preciso cross dell’autore del goal Favalli, particolarmente ispirato nella metà campo ospite. In occasione della marcatura Illanes prende una botta alla schiena e lascia il campo a Silvestri. Celjak scala in difesa con il neo-entrato che si colloca in mediana insieme a Di Paolantonio e Rossetti, con Parisi a sinistra e De Marco allargatosi a destra.

Malgrado il doppio svantaggio i lupi continuano a pressare ed al 44′ Silvestri si rende protagonista di un lesto recupero e sul suo cross rasoterra arriva il goal di Di Paolantonio, confermato capitano in assenza di Morero.  La marcatura dona ulteriore linfa agli ospiti, che chiudono la prima frazione di gioco in attacco.

Non cambia lo spartito della gara nella ripresa: il Catanzaro è sempre insidioso e lo fa capire già al 3′ s.t., quando Kanoute ci prova da fuori area non inquadrando lo specchio di poco. Segue dopo 5′ la fiammata del solito Favalli, Kanoute in girata non trova la porta da pochi passi.

Al 26′ arriva la più pericolosa occasione per i biancoverdi: su una sfuriata di Charpentier Micovschi impatta di piatto a tu per tu con Di Gennaro, ma la conclusione è alta sopra la traversa. Come nel primo tempo, all’occasione sbagliata dell’Avellino risponde con più concretezza il Catanzaro, con Kanoute che sfrutta un prezioso pallone servitogli dalla destra dopo un provvidenziale recupero. Albadoro al 43′ regala l’ultimo sussulto del match, ma il suo sinistro va a lato.

Tabellino

Catanzaro-Avellino 3-1

Marcatori: 24′ pt Favalli, 28′ pt Nicastro, 44′ pt Di Paolantonio, 31′ st Kanoute.

Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Signorini (39′ st Figliomeni), Martinelli, Pinna; Statella, Tascone (29′ st Nicoletti), Risolo (19′ st Maita), Casoli, Favalli; Kanoute, Nicastro (38′ st Fischnaller).

A disp.: Mittica, Giannone, Riggio, Elizalde, Novello, Mangni, Quaranta.

All.: Grassadonia.

Avellino (3-5-2): Abibi; Illanes (41′ pt Silvestri), Zullo, Laezza; Celjak, De Marco (36′ st Alfageme), Di Paolantonio, Rossetti (14′ st Karic), Parisi (13′ st Albadoro); Micovschi; Charpentier.

A disp.: Tonti, Pizzella, Palmisano, Njie, Evangelista, Petrucci.

All.: Capuano.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia.

Assistenti: Della Croce di Rimini e Buonocore di Marsala.

Ammoniti: 42′ pt Laezza, 21′ st Pinna (gioco scorretto); 26′ pt Illanes (comportamento non regolamentare)

Spettatori: 4.130 (ospiti 142) di chi 2.445

Angoli: 3-1

Recuperi: 2′ pt e 4′ st.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi

E’ il settore giovanile il primo passo ufficiale dell’Us Avellino 1912 per la stagione 2020/2021. Come preannunciato più volte dal Read more

Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano

L’Us Avellino comunica di aver sollevato mister Ezio Capuano dall’incarico di allenatore della prima squadra.  Il club intende ringraziare il Read more

Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati

Lupi subito fuori dai Playoff. Nel’ Ultimo match del Primo Turno della fase a gironi dei playoff di Serie C Read more

Montevergine, visita dell’Us Avellino questa mattina da Mamma Schiavona. Foto

Erano le 10, quando l’Us Avellino accompagnato dal patron Angelo Antonio D'Agostino è salito sul Santuario di Mamma Schiavone. A Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *