alpadesa
  
domenica 26 gennaio 2020
Flash news:   Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende La Scandone Avellino battuta da Citysightseeing Palestrina per 57-60 Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini

Approvato il Piano di Gestione Forestale per valorizzare il Parco San Gregorio di Atripalda

Pubblicato in data: 5/12/2019 alle ore:07:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Un Piano di Gestione forestale per rilanciare e valorizzare il Parco San Gregorio (ex pineta Sessa) ad Atripalda. Ha incassato l’approvazione unanime nell’ultimo Consiglio comunale il documento che punta a rilanciare il grande polmone verde che sovrasta la cittadina del Sabato, un parco pubblico noto anche con l’antico toponimo di Pineta Sessa, dal nome della famiglia che ne detenne la proprietà fino ai primi anni ’90, quando l’intera superficie verde fu acquisita a patrimonio comunale della città.
«Il Parco rappresenta una potenzialità per il nostro territorio. Il Piano di gestione Forestale è un documento tecnico a validità pluriennale (10 anni) con il quale vengono definiti gli obiettivi che si vogliono perseguire nel medio periodo, peraltro obbligatorio per interventi su aree pubbliche forestali – illustra il delegato all’Ambiente, Costantino Pesca – . E’ stato eseguito secondo quanto previsto dal nuovo Regolamento Regionale Forestale. Gli obiettivi principali che tale strumento intende perseguire sono riferibili al miglioramento delle condizioni ecologiche e ambientali del Parco». L’area a verde è costituita prevalentemente da conifere (Pini,cipressi, cedri, ecc) in una fase di senescenza «La diretta conseguenza di tale invecchiamento – prosegue Pesca – è la instabilità a cui tali esemplari vanno incontro,  questo perché essendo specie alloctone tipiche del Nord-Europa mal si adattano alle nostre condizioni pedo-climatiche. Infatti all’interno del Parco si possono osservare numerosi esemplari secchi, numerose specie attaccate da parassiti, senza considerare che le conifere sono piante potenzialmente infiammabili proprio per le loro caratteristiche (produzione di resina. Oli,).per cui in caso di incendio ci sarebbero ripercussioni devastanti sull’intero parco. Con il nostro piano andremo a favorire all’interno del Parco lo sviluppo e la colonizzazione delle specie autoctone (querce, castagni, carpini), colonizzazione peraltro già in atto in alcune zone del bosco». Per raggiungere tali obiettivi verrà eseguito un taglio selettivo, ad opera di un agronomo specializzato, a carico delle conifere. «Questo è un primo e fondamentale step – spiega ancora -. Da questo intervento di taglio, inoltre il Comune, potrà attraverso la vendita del materiale legnoso incassare dei soldi reinvestondoli sul Parco per aumentarne la fruibilità dello stesso. Va precisato che senza il P.G.F. il taglio selvicolturale non è praticabile. Infine l’approvazione del Piano di Gestione Forestale ci consente di candidarlo per alcuni progetti, aderendo al PSR 2014-2020, e precisamente la misura 8.5.1, che consente la possibilità di presentare progetti esecutivi, finanziati in conto capitale, per  recuperare ruderi o strutture presenti all’interno dei boschi, migliorare sentieri, strade e realizzare aree pic-nic».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *