alpadesa
  
Flash news:   Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende La Scandone Avellino battuta da Citysightseeing Palestrina per 57-60 Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini

Ventidue furti nelle case dell’hinterland avellinese, misure cautelari per due persone

Pubblicato in data: 10/12/2019 alle ore:13:13 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Presi i presunti componenti di una banda di ladri. Sarebbero gli autori di ventidue furti in abitazioni della provincia di Avellino. I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno dato esecuzione a due misure coercitive, emesse dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Avellino su richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo irpino. Certosine indagini da parte degli uomini dell’Arma sotto il coordinamento della magistratura avellinese ha permesso di raggiungere il risultato. In Irpinia si contano decine di raid nelle case.

Si tratta di un 42enne e una 40enne, entrambi di Casalnuovo di Napoli, per furto pluriaggravato.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Avellino e sviluppata dai Carabinieri Del Comando Provinciale di Avellino, parte dai furti commessi la scorsa estate in Monteforte Irpino (9 furti), Mercogliano (1 furto), Avellino (3 furti) Atripalda (7 furti), Santa Maria a Vico (CE) (1 furto) e Volla (NA) (1 furto).

L’indagine ha consentito di disvelare l’esistenza di un vero e proprio business illecito operato dai due napoletani, per alcuni mesi, i quali provvedevano ad asportare la refurtiva all’interno delle abitazioni dei malcapitati, perlopiù nei garage e cantine, spesso costituita da merce di ingente valore (biciclette elettriche e di prestigio, in subordine attrezzi da lavoro come decespugliatori-motoseghe-alternatori-trapani ecc.).    

I predetti, come riscostruito dall’intensa attività investigativa dei Carabinieri, provvedevano poi a consegnare la refurtiva asportata in un mercatino dell’usato della provincia di Caserta.

Anche in questo caso, come in altri, per addivenire alla individuazione dei due responsabili i Carabinieri hanno potuto contare, sui sistemi di videosorveglianza delle abitazioni prese di mira ed in particolare su quelli del Comune di Monteforte Irpino Mercogliano ed Avellino, in quanto integrati da lettori di targa, per cui sono riusciti ad individuare le diverse auto utilizzate, per commettere i furti, tutte noleggiate, e mediante le quali eseguivano preliminarmente i sopralluoghi, prima di compiere lo specifico reato.

Tali elementi, unitamente alla testimonianza di alcune vittime, che avevano sorpreso i due ad asportare i propri beni in due distinte occasioni, hanno consentito ai Carabinieri di raccogliere i numerosi elementi di colpevolezza nei loro confronti.

Il modus operandi dei due indagati ha permesso di dimostrare che le loro condotte criminose non possono essere considerate occasionali (trattandosi al contrario di un evidente mezzo di sostentamento o, comunque, di finanziamento), in quanto hanno dimostrato una spiccata capacità a delinquere, in considerazione dell’elevato numero di furti commessi, nonché dell’abilità con la quale hanno agito e per come si muovevano sul territorio.

Dopo le formalità di rito il 42enne è stato tradotto alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale e la donna sottoposta all’obbligo di dimora nel Comune di Casalnuovo di Napoli, con divieto di allontanamento dall’abitazione dalle ore 22:00 alle ore 06:00.

L’operazione costituisce ulteriore prova della forte attenzione che i Carabinieri di Avellino prestano al contrasto dei reati predatori, che tanto allarme sociale e preoccupazione, provocano nella popolazione e dell’efficacia dei sistemi di sicurezza privati, integrati indispensabilmente da quelli Comunali.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *