alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, contagio ancora in crescita: 39 i positivi in Irpinia su 760 tamponi effettuati La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva il Bilancio di previsione 2020-2022: ok al piano per ridurre i debiti Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano

Parte lo screening sulle condizioni fitosanitarie del patrimonio arboreo del comune di Atripalda

Pubblicato in data: 22/12/2019 alle ore:11:30 • Categoria: Attualità

Parte lo screening sulle condizioni fitosanitarie del patrimonio arboreo del comune di Atripalda. E’ quanto deciso dall’Amministrazione del sindaco Giuseppe Spagnuolo che ha dato incarico al dottore Erminio Luce, iscritto all’Albo dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Avellino, di procedere ad una valutazione dello stato di salute delle piante cittadine per prevenire possibili pericoli all’incolumità pubblica. Un’indagine conoscitiva, come spiega la consigliera delegata al Verde pubblico cittadino, Anna De Venezia: «Stiamo attenzionando da un pò il patrimonio arboreo di Atripalda, anche per i fenomeni meteorologici eccezionali che si stanno verificando negli ultimi tempi . Interventi di potatura e monitoraggio si dovranno effettuare soprattutto per le specie che presentano delle criticità. Sono interventi da realizzare in modo corretto per preservare la buona salute degli alberi. Si è resa necessaria pertanto la figura professionale di un agronomo in modo da avere delle giuste valutazioni sulle condizioni vegetative e di stabilità delle piante e le indicazioni sul tipo di intervento  di cui necessitano».
Nella determina, a firma del Responsabile del IV Settore – Servizio Ambiente del Comune,  geometra Vincenzo Caronia, si legge che «Il patrimonio arboreo del Comune, per la maggior parte è composto da piante di alto fusto quali: pini, aceri, tigli, platani, lecci, ligustri, e altri che necessita di interventi indifferibili e urgenti di potatura e manutenzione nonché di un monitoraggio per quelle alberature che presentano criticità evidenti in relazione a possibili schianti dei rami su suolo pubblico tali da mettere in pericolo l’incolumità di persone e cose». Ed ancora «la sicurezza del cittadino è un fattore innegoziabile e imprescindibile e lo diventa molto di più nella gestione del verde urbano, perciò è fondamentale anche valutare e gestire il rischio delle alberature, per le quali la capacità di dare un valore statisticamente valido al prodotto rischio probabilità conseguenze è assai limitata, prima di tutto perché gli alberi sono organismi soggetti a fenomeni biotici e abiotici di cui ancora è difficile prevedere il relativo svolgimento anche in termini di capacità reattiva del soggetto interessato e perché sono pochi i dati sistematicamente acquisiti su cui formulare la stima delle probabilità». Da qui la scelta di porre in essere un’ispezione accurata «che consenta la valutazione delle condizioni vegetative e strutturali, identificando eventuali difetti e specifiche condizioni stazionali».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *