alpadesa
  
Flash news:   “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Auguri di buon compleanno all’imprenditore Vincenzo Iervolino Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese

Polemiche all’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda, il sindaco convoca un tavolo di confronto tra istituzioni

Pubblicato in data: 27/12/2019 alle ore:07:00 • Categoria: Attualità

Un tavolo di confronto tra le istituzioni per superare le polemiche scoppiate all’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda.  Il sindaco Giuseppe Spagnuolo ha convocato per venerdì 3 gennai, alle ore 18.00, presso l’Aula Consiliare della Sede Municipale, la dirigente scolastica, professoressa Amalia Carbone, il Consiglio d’Istituto, i rappresentati di classe e i genitori degli alunni con l’intento di riportare serenità nell’istituzione scolastica coinvolta da una serie di polemiche, anche social, che ne stanno minando la compattezza. Un confronto per capire come si può riportare un equilibrio.
«Dopo le ultime vicende che hanno visto coinvolte scuola e territorio abbiamo avvertito l’ esigenza di istituire un tavolo di confronto tra le parti al fine di ristabilire un’interazione armonica tra scuola e famiglie. Colgo l’occasione per augurare un sereno Natale a tutta  la popolazione scolastica e famiglie». A parlare è il vicesindaco di Atripalda Anna Nazzaro, che ricopre la delega all’Istruzione.
La missiva, con in calce la firma del primo cittadino è stata indirizzata al Dirigente Scolastico, al Consiglio d’Istituto, ai Rappresentanti di classe, ai genitori degli alunni dell’Istituto Comprensivo per un incontro «tra scuola, famiglie e comune per confrontarsi sulle modalità di collaborazione tra gli attori del processo formativo» si legge nella nota.
A dare il là lo sfogo giorni fa della dirigente scolastica dell’istituto comprensivo atripaldese in apertura  del concerto di Natale dei studenti di musica della corale “Masi” nella chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire. «Voglio augurarmi che l’inizio di questo nuovo anno sia l’apertura ad un dialogo più caloroso, senza sotterfugi, cattivi pensieri e sfiducia – aveva detto la dirigente -. Sono arrivata qui con una valigia piena di sogni, sorrisi, progetti, desideri, iniziative, innovazione nell’attività, passione e competenza. Mi trovo oggi che non sono ancora passati quattro mesi ad essere circondata da malcontento, critiche, disfattismo, dentro e fuori la scuola. Questo non si fa verso persone perbene. Sto provando a riportare regole in questa scuola che non c’erano: poche disordinate e malseguite; ordine che non c’era: poco, disordinato e malcomposto. Ma se questo deve significare essere continuamente oggetto di fango, ribadisco, fango mediatico, che continuamente su questa scuola e su questa dirigenza viene buttato senza rispetto, senza rispetto alcuno, io non sono assolutamente la persona che merita questo trattamento». Uno sfogo accolto tra le polemiche suoi social da parte di alcuni genitori che hanno scritto anche una lettera di protesta. Un botta e risposta che sta creando un clima teso tanto da spingere il sindaco a convocare un tavolo di confronto tra istituzioni.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Polemiche all’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda, il sindaco convoca un tavolo di confronto tra istituzioni”

  1. arturo ha detto:

    bravo Sindaco c’è bisogno di farli ragionare tutti insieme e capire che bisogna remare tutti nella stessa direzione, nell’interesse generale dei nostri figli.

  2. Antonio ha detto:

    Una reprimenda in un luogo sacro è semplicemente assurda.
    Accusare i precedenti colleghi dirigenti scolastici è quantomeno scorretto.
    La Direzione Regionale non può rimanere inerte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *