alpadesa
  
Flash news:   “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri» Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi

Stop alle vittorie consecutive, pari 1-1 con la Vibonese

Pubblicato in data: 13/1/2020 alle ore:11:15 • Categoria: Avellino Calcio

Si chiude sull’1-1 il match al Partenio-Lombardi tra Avellino e Vibonese. A segno per primi i calabresi con un gol di Petermann al 19′, poi la squadra di Capuano pareggia al 47′ con un bel gol Parisi. È il primo risultato del nuovo anno che si chiude in parità dopo quattro vittorie consecutive per i biancoverdi che prendono anche due legni. A fine gara, il mister, espulso per proteste, commenta così: «Ho visto un grandissimo Avellino, nonostante le assenze note e quelle arrivate a gara in corso. Abbiamo colpito due legni, ci sono tanti episodi che solo l’arbitro può valutare, uno su tutti il fallo su Di Paolantonio dove il calciatore avversario meritava quanto meno il giallo. Da quando sono ad Avellino penso che la sfiga mi perseguiti. Eravamo stremati, non avevamo cambi, siamo andati oltre la fatica e forse il rammarico più grande è il colpo di testa sciupato da Micovschi nel secondo tempo. Questi ragazzi hanno fame, volevano vincerla a tutti i costi». Su Parisi: «Non lo venderei mai. E’ come l’oro, aumenta di giorno in giorno». Infine sull’espulsione: «Ho semplicemente detto che era il terzo rigore che non ci veniva assegnato. L’assistente mi ha richiamato, ma l’arbitro non era di questo avviso e ha preferito cacciarmi».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Us Avellino, il presidente D’Agostino: “trasparenza e chiarezza la promessa ai nostri tifosi. Nessuna decisione è stata presa”

“Pochi minuti dopo la firma relativa all’acquisizione dell’UsAvellino, dichiarai che l’obiettivo del Gruppo era quello di strutturare il club secondo Read more

Us Avellino, D’Agostino: “Di fronte alle testimonianze di dolore  il calcio passa in secondo piano”

Questa mattina si è svolta una call-conference tra il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ed i Presidenti delle sessanta Read more

Us Avellino, lupi in gabbia fino al 3 aprile

L’Us Avellino, preso atto delle indicazioni emerse a seguito della call conference odierna tra Associazione Italiana Calciatori e Lega Pro e delle Read more

L’Us Avellino paga gli stipendi a tesserati e dipendenti

L’Us Avellino comunica di avere, in data odierna, adempiuto alle scadenze relative agli emolumenti dei contratti di tesserati e dipendenti. Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *