alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, igienizzanti distribuiti gratuitamente con il contributo della Capaldo Spa Coronavirus, l’Irpinia piange Franco Lo Conte Coronavirus, i dati in Campania: incremento di 225 positivi su 1.676 test effettuati ieri. Il numero di contagiati sale a 2.456 Ciclismo, l’A.S.Civitas-Profumeria Lucia presenta i suoi pupilli: ecco il venezuelano Adolfo Rodia Coronavirus, il sindaco Giuseppe Spagnuolo: «Atripalda pronta a partite con la Provincia e l’Ordine dei medici con il kit di diagnosi veloce da Covid-19» Coronavirus, salgono i contagi in Irpinia: 21 i casi oggi. I positivi sono 280 Coronavirus, il premier Conte annuncia il lookdown fino al 13 aprile: “Non siamo nella condizione di poter allentare le misure” Coronavirus, calano i morti con 727 decessi in più di ieri ma salgono i nuovi positivi Coronavirus, primo caso positivo ad Aiello: persona appartenente al nucleo familiare dei contagiati ad Atripalda Coronavirus, i “positivi guariti” da oggi trasferiti alla clinica Santa Rita di Atripalda e in altre strutture private

Estraggono 800 metri cubi di pietra dal fiume Sabato: la Forestale mette i sigilli

Pubblicato in data: 27/1/2020 alle ore:21:28 • Categoria: CronacaStampa Articolo

I Carabinieri della Stazione Forestale di Avellino, nell’ambito di controlli mirati alla prevenzione e repressione dei reati connessi alla tutela degli alvei fluviali e dei corsi d’acqua di particolare pregio ambientale, hanno deferito alla Procura della Repubblica di Benevento, per reati ambientali, gli amministratori di due società.

Dall’attività d’indagine condotta dai Carabinieri Forestali, coadiuvati dai colleghi della Stazione di Chianche, emergevano indizi di colpevolezza nei confronti dei predettiimprenditori, ritenuti responsabili dell’estrazione abusiva di materiale lapideo inerte dall’alveodel fiume Sabato in agro del Comune di Petruro Irpino.

Tale materiale, costituito da circa 800 metri cubi di inerti, veniva prelevato furtivamente dal greto del fiume con l’ausilio di un escavatore (invadendo l’alveo fluviale e danneggiando il relativo argine) e poi stoccato in un piazzale adiacente, per essere poi trasportato e depositato illecitamente in fondi privati limitrofi al fiume.

Sottoposto a sequestro sia del predetto materiale (il cui valore economico stimato è di circa 30mila euro) che il varco creato per l’accesso al fiume.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *