alpadesa
  
sabato 04 aprile 2020
Flash news:   Coronavirus, altri 19 casi in Irpinia. I contagiati salgono a 348 Coronavirus, altri 151 positivi in Campania: il totale dei contagiati sale a 2.828 Coronavirus, ancora 766 morti: in totale sono 14.681. Guarite 1.483 persone in un giorno Us Avellino, D’Agostino: “Di fronte alle testimonianze di dolore  il calcio passa in secondo piano” Coronavirus, primi sei pazienti da Covid-19 in via di guarigione trasferiti alla clinica Santa Rita di Atripalda Coronavirus, il gruppo Guarino di via Gramsci accanto a chi ha bisogno donando buste alimentari: “Nessuno si salva da solo” La Fip dichiara conclusa la stagione 2019/2020 Coronavirus, il sindaco ordina la sanificazione dei condomini e con il Consorzio attiva servizio di assistenza alla popolazione per approvvigionamento beni di prima necessità Coronavirus, altri 49 contagiati in Irpinia Coronavirus, deceduto 64enne di Mercogliano: è la 31°vittima in Irpinia

Inquinamento Valle del Sabato, intesa tra i sindaci: “Sì alle contromisure ma niente blocchi. Vanno installate altre centraline”

Pubblicato in data: 11/2/2020 alle ore:16:23 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Intesa tra i sindaci per contrastare l’inquinamento e confermare il Protocollo antismog sottoscritto con l’ex commissario Priolo. Il tavolo dei primi cittadini dell’hinterland si è tenuto ieri mattina al Comune di Avellino. Un tavolo convocato dal primo cittadino Gianluca Festa: «Non è mai mancata la grande collaborazione tra noi sindaci, inoltre è emersa anche l’esigenza di andare oltre quel protocollo modificando alcune azioni previste. All’Arac abbiamo chiesto di fornirci una lettura puntuale dei dati. E’ importante comprendere i fattori che hanno determinato gli sforamenti. Tra un mese ci aggiorneremo non appena l’Arpac ci avrà fornito questi dati. I sindaci hanno condiviso alcune indicazioni date nella mia ordinanza, è chiaro che dovranno fare le loro valutazioni, probabilmente ci potrà essere anche una presa d’atto e un’ordinanza in tal senso. Ma questo attiene alle loro prerogative».

Al tavolo è stato affrontato anche il tema dei controlli. «Ad Arpac è stato chiesto di fornirci valutazioni più dettagliate rispetto ai rilievi che già fanno, in modo da capire meglio la tipologia dell’inquinamento, mentre noi come Comuni abbiamo deciso di contattare i tecnici che ci hanno sottoposto qualche tempo fa una rete di monitoraggio più dettagliata e vasta sul territorio, in modo da fornirci letture più precise sia nel tempo che nello spazio, ma anche come tipologia di fonti inquinanti – spiega il sindaco di Atripalda, Giuseppe Spagnuolo accompagnato dal delegato Costantino Pesca -. Il sindaco di Avellino contatterà i tecnici che hanno realizzato questa startup all’università di Fisciano, in modo da valutarla nel dettaglio. La cosa importante è comprendere le varie fonti di emissione in modo da diventare più incisivi con le nostre misure».

Al Tavolo intercomunale presenti anche il sindaco di Mercogliano Vittorio D’Alessio con l’assessore all’ Ambiente Annachiara Coppola: «Lavoriamo – commenta l’assessore Coppola – ad una strategia condivisa tra comuni per fronteggiare il problema dell’ inquinamento atmosferico, progettando interventi supportati da monitoraggi costanti, incroci di dati ed analisi ponderate a seconda delle zone».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *