alpadesa
  
sabato 04 luglio 2020
Flash news:   Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21 Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità

Taglio pioppi in via San Lorenzo, scoppia la polemica sui social. L’attivista del M5S Antonello Di Guglielmo scrive su Facebook: “Ambiente punto di non ritorno”

Pubblicato in data: 21/2/2020 alle ore:18:29 • Categoria: Attualità

Erano 71…eran giovani e forti ed ora sono MORTI.

Da ieri mattina è iniziata l’opera di abbattimento di uno splendido filare di Ben 71 esemplari di pioppo ad Atripalda che costituivano una barriera verde tra la soprastante variante ed il Centro Servizi in via SanLorenzo (ennesima cattedrale abbandonata a se stessa e sottoutilizzata)..PERCHÉ!??
Quale è STATO il REATO.!?
Cosa hanno COMMESSO per meritarsi una tale PUNIZIONE e quale TRIBUNALE li ha condannati.!!!??

Só di un intervento dei vigili del fuoco di Avellino che hanno dichiarato la pericolosità di alcuni rami pertanto si suggeriva il taglio di rami pendenti anche in virtù del vento che ha fatto cadere un esemplare.. ma non L’ABBATTIMENTO dei 71!!!

Chiedo al sig. Sindaco ed alla giunta, di VEDERE LE SCHEDE TECNICHE inerenti ogni singolo esemplare che ne stabilisca la PERICOLOSITÀ che ne giustifichi l’abbattimento ed, in base alla legge 14 gennaio 2013, n. 10, (“Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”) che i comuni DEVONO NECESSARIAMENTE Adottare, SE il Comune di Atripalda possiedi i principali Strumenti di pianificazione come il:
~ Regolamento del verde urbano pubblico e privato,
~ Piano del verde,
~ Censimento del verde cittadino e degli alberi monumentali.!!!

IN BASE agli artt. 1 e 2 si PROMUOVONO una serie di misure locali di SENSIBILIZZAZIONE pubblica (artt. 3 e 6) di INCREMENTO delle aree verdi e di TUTELA degli alberi monumentali (art. 7) NON DI STRAGI.!!

Vorrei conoscere, inoltre, il PIANO TERRITORIALE del VERDE URBANO (art. 3, comma 2, punto c) di Atripalda.

Antonello Di Guglielmo
Ambientalista e attivista del M5S

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Taglio pioppi in via San Lorenzo, l’intervento della delegata al Verde Pubblico Anna De Venezia: “abbattimento dopo verifica tecnica e di un agronomo”. Foto

A causa delle forti raffiche di vento in data 05 febbraio in via San Lorenzo è stato necessario l’intervento dei Read more

Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni

L’impianto Stir di Pianodardine, nella tarda mattinata di oggi è stato interessato da un guasto improvviso alla linea di produzione Read more

Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca

Slitta ancora la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda. Dopo la ripartenza del mercato settimanale del giovedì riaccorpato Read more

Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21

Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21. E’ questo il dato più importante emerso Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *