alpadesa
  
Flash news:   Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21 Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità Efficientemente energetico, la richiesta di “Idea Atripalda” per il Comune del Sabato Air Trasporti, riattivate le corse urbane nei giorni festivi sulle linee di Atripalda e Mercogliano Torna lo scontro politico tra maggioranza e opposizione nella prima seduta di Consiglio comunale dopo quattro mesi di stop. L’ex sindaco: “una scorrettezza questa convocazione” e il primo cittadino:”i punti in discussione li decido io non i social”

Autovelox, il Comune di Atripalda continua a soccombere in giudizio ma arrivano anche le prime sentenze favorevoli al Giudice di Pace. La delegata Giuliana De Vinco: “riconosciuta la legittimità delle attività compiute dall’Ente”

Pubblicato in data: 3/3/2020 alle ore:10:31 • Categoria: Attualità

Il Comune di Atripalda continua a soccombere per le multe elevate con l’autovelox installato lungo la Variante Sette bis ma arrivano anche le prime sentenze favorevoli al Giudice di Pace e in Appello con l’Amministrazione che difende la legittimità della scelta.
Sono state pubblicate, sull’albo pretorio di Palazzo di Città, nuove determine, a firma del Responsabile del III Settore – Area Vigilanza, il comandante della Polizia Municipale Domenico Giannetta, per impegno e liquidazione di spese di giustizia a favore degli avvocati Maddalena Fortunato (sentenza numero 3463/2019), Massimo Passaro (sentenze numero 156/2020, 158/2020, 159/2020 e 3449/2019 ), Vittorio De Filippo (sentenza numero 3386/2019), Nicoletta Toro (sentenza numero 1024/2019) , Anna Esposito (sentenza numero 3/2020), Mario Famiglietti (sentenza numero 3468/2019) e Umberto Iacobelli (sentenza numero 76/2020) a seguito di sentenze sfavorevoli emesse dal Giudice di Pace di Avellino, dottore Ernesto Cerullo e dal Giudice monocratico Giuseppe De Tullio, che hanno accolto i ricorsi presentati dagli automobilisti contro i verbali di contravvenzione emessi dall’apparecchio elettronico istallato nel giugno del 2018.
Ma non mancano anche le sentenze favorevoli per l’Ente di piazza Municipio come la numero 3315/2019 e la 3085/2019 emesse dai Giudici di Pace, Rosa Maria Camerlengo e Luisa Berardo. Sentenze che fanno tirare un sospiro di sollievo all’Amministrazione del sindaco Giuseppe Spagnuolo.
«Per onestà intellettuale corre l’obbligo di fare chiarezza circa la situazione dei giudizi pendenti dinanzi al giudice di Pace di Avellino per i ricorsi avverso le sanzioni emesse per eccesso di velocità rilevate dall’autovelox – commenta la consigliera delegata al Contenzioso, avvocato Giuliana De Vinco -. Di certo per alcuni di questi giudizi l’ente si vede accogliere il ricorso e la notizia,sempre la stessa, si riverbera nei mesi facendo apparire cosa che non è. Perché se vero è che l’Ente soccombe vero non è che soccombe così tante volte. E’ di palmare evidenza che l’ente ha predisposto sin dall’inizio una difesa precisa e puntuale e che per ogni giudizio positivo per l’Ente non si è data notizia, né una né cento volte, come per quelli negativi. Probabilmente così facendo si è creata una disparità d’informazione tale da far dedurre che tutte le sanzioni siano illegittime. Si sono avute molteplici pronunce positive, come sappiamo anche in Appello, e non ultimi ci sono  stati dispositivi del Giudice di Pace positivi per l’Ente. Ciò posto, si vuole mitigare il convincimento “prima facie” che l’ente stia perpetrando nel comminare sanzioni illegittime. Ed è per questo che ci confortano i recenti rigetti dinanzi al Gdp che riconoscono la legittimità delle attività compiute dall’Ente circa la segnaletica, la collocazione, la conformità circa la Direttiva Minniti, l’autorizzazione prefettizia e tutto il procedimento correlato. Tali sentenze sicuramente confortano il nostro convincimento ma sopratutto danno merito all’operato del comandante Giannetta e di questa Amministrazione che in maniera silente lavora con costanza e diligenza e attenzione molto di più la risoluzione dei problemi che la propaganda disfattista».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo”

"A seguito della nota pubblicata dal gruppo Noi Atripalda mi vedo costretta a sottolineare, pur reputandolo superfluo, che la mia Read more

Comune, al via la selezione per dodici volontari al servizio civile. Ecco i 53 aspiranti

Settimana decisa per la selezione di 12 volontari da impiegare nel progetto “G.A.I.A –giovani e animali per l’Irpinia nell’ambiente” al Read more

Il Sindaco serra le file della maggioranza in vista dell’ultimo semestre di governo a Palazzo di città. Ecco gli scenari

Il Sindaco serra le file della maggioranza in vista dell’ultimo semestre di governo a Palazzo di città, prima del voto Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *