alpadesa
  
domenica 05 aprile 2020
Flash news:   Settimana Santa, il messaggio dell’Abate Riccardo Guariglia: “Separati ma uniti nella preghiera. Bisogna ritornare alle cose importanti della vita” Coronavirus, in Campania salgono a 2.960 i positivi Coronavirus, voucher comunali per l’acquisto di beni alimentari di prima necessità. L’assessore Nancy Palladino in video: “domanda da presentare entro mercoledì prossimo” Coronavirus, 4 i casi in provincia oggi, primo ad Ospedaletto. I contagiati salgono a 352 Coronavirus, un supermercato dona alimenti alla Protezione civile di Atripalda. Foto Coronavirus, ancora 681 morti: in totale sono 15.362 in Italia Coronavirus, la proposta di Confcommercio: hotel per convalescenza a disposizione Coronavirus, “test rapidi” su personale e pazienti del P.O. di Ariano e del P.O. di Sant’Angelo dei Lombardi Coronavirus, altri 19 casi in Irpinia. I contagiati salgono a 348 Coronavirus, altri 151 positivi in Campania: il totale dei contagiati sale a 2.828

Coronavirus, dopo il primo caso ad Atripalda parla il sindaco Giuseppe Spagnuolo: «Contagio avvenuto nella prima settimana di marzo, familiari in isolamento. Non abbassare la guardia ora, chiedo comportamenti rigorosi e sorveglianza attiva»

Pubblicato in data: 26/3/2020 alle ore:07:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

«Un qualcosa di atteso, era improbabile pensare che in una situazione come quella attuale con contagi presenti nella zona urbana di Avellino e in altri comuni, non ci fossero nella nostra città casi di positività. Perciò bisogna continuare ad avere una soglia di attenzione molto alta, comportamenti rigorosi e sorveglianza attiva». A parlare è il sindaco di Atripalda Giuseppe Spagnuolo ieri mattina in conferenza stampa dopo il primo caso di positività da Covid-19. Una donna di 71 anni è ricoverata da domenica 22 marzo in isolamento nell’unità Operativa di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Moscati di Avellino «in condizioni non gravi – precisa Spagnuolo –ma che necessitano di un’attività ospedaliera». Il primo cittadino assicura poi che «già dalla serata di ieri è scattato il protocollo e l’indagine dell’Asl e tra ieri ed oggi è stato circoscritto il perimetro dei contatti avuti da questa persona. Ai cittadini di Atripalda dico di restare abbastanza tranquilli rispetto a questo caso in quanto è un caso abbastanza sotto controllo. Possiamo dire che la famiglia è abbastanza limitata e circoscritta e sostanzialmente era già da parecchi giorni che la persona non aveva contatti esterni. Presumibilmente il caso rimarrà circoscritto. Ci auguriamo tutti che la questione evolva in maniera migliore al più presto possibile in modo da farla rientrare tra i casi guariti. Rivolgiamo perciò un pensiero ai familiari». Familiari che sono stati sottoposti ad isolamento e protocollo sanitario «gli saremo vicini utilizzando la rete della protezione civile e di volontari. Seguiamo questo come altri casi nella nostra città in maniera costante, con persone che nei giorni scorsi sono state interessate da tamponi e verifiche che hanno avuto per fortuna esito negativo, tre in tutto. Nella nostra città ci sono altri situazioni sotto controllo». Un contagio che risalirebbe «alla prima settimana di marzo molto presumibilmente. Le azioni messe in campo dopo il 7 marzo ad oggi potrebbero aver contenuto la potenziale diffusione del contagio. Questo è ancora un caso il cui contagio risalirebbe da contatti avuti ad inizio di marzo». Spagnuolo esorta i cittadini ad allertare subito il medico di base e alle strutture sanitarie «con grande rigore e serietà» nel caso in cui ci fossero evidenza di qualche sintomo sintomi «ma ci sono state segnalazioni che si sono risolte con esito negativo».
L’invito è poi a continuare «con grande rigore a mantenere le distanze interpersonali anche a casa e  nei rapporti di vita familiare e a limitare le uscite restando a casa se non nei casi indispensabili di lavoro, necessità e salute. Solo così riusciremo a limitare nel tempo l’emergenza, facendo corpo comune e diffondendo un comportamento collettivo positivo. La città comunque sta rispondendo bene ai decreti, non ci sono assembramenti. Abbiamo sigillato le panchine per dare un ulteriore messaggio alla città che per strada non si deve stare se non c’è un motivo specifico tra quelli consentiti». Prorogate fino al 3 aprile le misure di chiusura dei parchi pubblici cittadini, mercato e cimitero «così come la sospensione della sosta a pagamento». Spagnuolo ringrazia i volontari «che stanno dando un grande segnale nel mettersi a servizio della nostra comunità.  Un grazie agli operatori della sanità che stanno operando in condizioni di rischio». Sui controlli: «sono una decina le persone rientrate da fuori e che si sono poste in isolamento fiduciario. Mentre le prime due situazioni di isolamento si sono chiuse senza alcuna problematica. Sulla persona positiva di fuori città che è transitata ad inizio mese presso un’attività commerciale cittadina abbiamo segnalato la questione all’Asl anche se il periodo di potenziale pericolo si è concluso lunedì scorso». Infine su questione tamponi, mascherine ed eventuali strutture dove far svolgere la quarantena il sindaco conclude «ci siamo attivati da subito per le mascherine sia attraverso il canale della Protezione civile che con acquisto di forniture per gli agenti e i volontari. Anche sui tamponi ci stiamo muovendo cercando di farlo in rete con le strutture di protezione civile regionale. Sull’individuazione di strutture non penso possa essere fatto da comuni piccoli».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *